Serie A, Basket: Brescia piega Trento, Venezia ok in rimonta

Pubblicato il 14 ottobre 2017 alle 23:24:02
Categoria: Notizie Basket
Autore: Luca Servadei

Credit immagine: imagephotoagency.it

Soffre ma trova il suo terzo successo in campionato la Reyer Venezia di Walter De Raffaele. I campioni d'Italia superano Brindisi in rimonta al PalaPentassuglia: 74-77 il punteggio finale. Finisce ko, invece, l’Aquila  Trento, che si arrende 56-66 a Brescia al Pala Trento. Un super Alessandro Gentile (27 punti per l'ex Olimpia Milano) guida la Virtus Bologna al successo contro Pesaro (75-81), mentre Avellino regola 72-63 Torino di Luca Banchi.
 
Torna sul parquet la Serie A di basket per la terza giornata del massimo campionato italiano. La prima palla a due del weekend è quella tra i vicecampioni d'Italia di Trento e la Germani Brescia. Ad avere la meglio è la formazione lombarda, che si impone 56-66 e costringe l'Aquila al secondo stop in campionato dopo quello con Venezia di una settimana fa. Partita a basso punteggio, che gli ospiti controllano dall'inizio alla fine. La squadra di Diana parte meglio, chiudendo la prima frazione avanti di 5 lunghezze. L'allungo decisivo, poi, arriva solo nell'ultima frazione quando gli ospiti mettono altri 5 punti tra sé e gli avversari. Sono quattro gli uomini in doppia cifra per Brescia, guidati dai 17 di Dario Hunt. A Trento, invece, non bastano i 13 di Behanan ed i 16 del solito immarcescibile Toto Forray.
 
Successo casalingo per la Sidigas Avellino che piega al Pala Del Mauro la Fiat Torino 72-63. Dopo un primo tempo equilibrato, i campani allungano nella ripresa anche grazie alle scarse percentuali al tiro della formazione di coach Luca Banchi (39.4%) e ad un vero e proprio dominio sotto ai tabelloni (41-24 a rimbalzo). Le numerose palle perse dei Lupi (ben 19) permettono alla Fiat di restare a contatto oltre i propri meriti ma, nell'ultimo quarto, Avellino piazza il break decisivo. Il top scorer del match è Fitipaldo, che si ferma a 18, mentre all'Auxilium non bastano i 15 di Patterson, l'unico in doppia cifra. I campioni d'Italia della Reyer Venezia devono sudare le proverbiali sette camicie per avere ragione di Brindisi al PalaPentassuglia: 74-77 il punteggio finale. Partono meglio i padroni di casa che si affidano a Tepic Suggs per cercare la prima fuga del match, ma Venezia non molla e, nonostante le difficoltà a rimbalzo, riesce a restare aggrappata alla partita. Negli ultimi 10 minuti, improvvisamente, la luce si spegne i padroni di casa, che incassano un parziale di 9-16 propiziato dai canestri di Bramos che scrive la parola fine sul match. Grazie ad un super Alessandro Gentile, autore di 27 punti, infine, la Virtus Bologna espugna il fortino della VL Pesaro 75-81 e trova il suo secondo successo consecutivo in campionato.

Blue Finance Forbes