Sci, Sofia Goggia: "Non sono la nuova Compagnoni"

Pubblicato il 21 marzo 2017 alle 20:07:14
Categoria: Sci
Autore: Redazione Datasport.it

E' Sofia Goggia il volto copertina della straordinaria stagione dello sci italiano in Coppa del Mondo, lei che ha conquistato 13 podi e 2 vittorie a Jeongseon, in Corea del Sud, sede delle prossime Olimpiadi invernali. Inevitabile che spuntino dei paragoni con la grande Deborah Compagnoni ma Sofi replica: "Lei è Alberto Tomba sono icone dello sci. I paragoni non possono essere fatti perché apparteniamo a due generazioni diverse: mi sembra esagerato. Deborah ha fatto 44 podi e io spero di continuare così".
 
Nel pomeriggio milanese con la stampa al rientro dopo le finali di Aspen, in Colorado, la Goggia ha aggiunto: "Chiaramente, quando ci sono due personaggi come loro e poi c'è un vuoto c'è una sorta di pressione nello sport che non ha più trovato dei personaggi del loro calibro. Però adesso io me la sto vivendo con calma e tranquilla. E spero di poter fare così per tutta la mia carriera. E spero che ci sia un contorno mediatico, perché significa che vado forte".
 
La 24enne bergamasca, che stabilito il record di punti in una stagione di Coppa del Mondo per un'azzurra con 1197, risponde infine alle domande sulle tensioni con la compagna di squadra Federica Brignone: "Succede anche perché noi siamo un gruppo di ragazze con un obiettivo in comune ma non comune, perché ognuna cerca di raggiungere un obiettivo ed è una gara sempre individuale. Siamo ragazze che convivono insieme da settembre fino a marzo, sette mesi. È come dire essere in una grande famiglia: ogni tanto si litiga anche con i propri fratelli di sangue, figuriamoci con altre persone".
 
Poi ancora: "Credo che la sana competizione che ci contraddistingue sia stato un traino per entrambe. Però questa competizione deve essere nei limiti dell'esser sano, perché quando si aggiungono magari altri fattori che trascendono la competizione in sè, lì diventa nociva per entrambe".

Blue Finance Forbes