> rugby

Sabato, 20 Maggio 2017 - 19:01

Rugby, Eccellenza Playoff: Calvisano schianta Viadana e vola in finale

- Stopframe Youtube

La formazione bresciana si aggiudica il ‘derby lombardo’ per 47-17 e ribalta il ko dell'andata




Il Calvisano si aggiudica il ‘derby lombardo’ contro il Viadana al PataStadium nella semifinale di ritorno del Campionato italiano d'Eccellenza e si qualifica alla finale del 27 maggio. Dopo il 18-12 della gara di andata ed una settimana caratterizzata dalle polemiche, i padroni di casa si impongono con il punteggio di 47-17 che vale la quinta finale negli ultimi sei anni. L'altra finalista sarà la vincente del confronto tra Rovigo Padova.
 
Il Calvisano centra un’altra finale: la quinta negli ultimi sei anni. La formazione bresciana si aggiudica il ‘derby lombardo’ contro il Viadana nel doppio confronto di semifinale del Campionato italiano d’Eccellenza rugby, ribaltando la sconfitta per 18-12 maturata sul campo dello Zaffanella con un perentorio 47-17. Al PataStadium, i padroni di casa partono subito fortissimo trovando immediatamente una meta con Pettinelli. Il caloroso pubblico casalingo spinge il Calvisano che, come un fiume in piena, travolge la squadra di Mantova con un’altra meta. Viadana prova ad accorciare con un calcio piazzato ma Calvisano non vuole saperne di fermarsi: la terza meta dell’incontro viene confermata dal TMO e fissa il punteggio sul 21-3. In campo c’è una sola squadra e quando si scatena Minozzi (eletto man of the match), i bresciani allungano ulteriormente, chiudendo un primo tempo dominato sul punteggio di 40-3 che, di fatto, manda in archivio il discorso qualificazione. Viadana cerca la reazione d’orgoglio nel secondo tempo marcando due mete che provano a riaprire i giochi ma è troppo tardi. Negli ultimi minuti Calvisano affonda ulteriormente trovando la settima meta di giornata che fissa il punteggio sul 47-17. In finale Calvisano se la vedrà con la vincente della sfida tra Rovigo e Padova. 
Redazione Datasport
loSpettacolo.it - la tua guida tv
Segnalazioni e Consigli

Scrivi alla redazione

di Datasport