Rugby, Pro 14: esordio amaro per le italiane

Pubblicato il 3 settembre 2017 alle 12:03:13
Categoria: Rugby
Autore: Davide Montalbetti

Non inizia bene il Pro 14 per le squadre italiane di rugby, che, nella partita d'esordio della competizione per club tra i team delle federazioni di Galles, Irlanda, Scozia e Italia, rimediano una sconfitta. Brutta batosta per la Benetton Treviso, che perde 34-3 sul campo del Munster; sconfitta, ma lottando fino all'ultimo, anche per le Zebre, che, a Swansea,  cedono solo nel finale contro l'Ospreys, che si aggiudica l'incontro con il punteggio di 22-13.

Parte con una sconfitta il campionato della Benetton Treviso, che, all'Irish Indipendent Park di Cork, perde 34-3 contro i padroni di casa del Munster. Gli uomini di Crowley partono male e al 9' subiscono la prima meta dell'incontro, realizzata da Kleyn, che resiste a un placcaggio di un uomo di Treviso. I padroni di casa, galvanizzati dal vantaggio, continuano a spingere e pochi minuti più tardi trovano la seconda meta con Bleyendaal. Treviso reagisce e al 19' accorcia le distanze  con un calcio di punizione di Banks. I padroni di casa non si fanno intimidire e al 26' trovano la terza meta con Sweetnam. I giocatori della Benetton non riescono a riprendersi e alla mezz'ora arriva, così la quarta meta del Munster. Quattro minuti più tardi i padroni di casa chiudono definitivamente la partita, con Conway, che realizza la quinta meta, portando i suoi all'intervallo sul punteggio di 27-3. Nella ripresa la Benetton prova, almeno, a realizzare una meta, ma non riesce a trovare varchi nella difesa del Munster, che, anzi, trova la sesta realizzazione dell'incontro con Kleyn, che, con la successiva trasformazione di Bleyendaal, fissa il punteggio sul 34-3.

Cominciano male anche le Zebre, che, però, nella sconfitta per 22-13 contro l'Ospreys, hanno dimostrato di poter lottare alla pari con la squadra di Swansea. Padroni di casa subito in vantaggio al 6', grazie a una meta di Giles; gli ospiti, però, accorciano subito le distanze con un piazzato di Canna. Le Zebre, nonostante la superiorità numerica per un cartellino giallo a John, subiscono il calcio di Hook, che riporta i gallesi in vantaggio di 5 punti (8-3). Nel finale di tempo, i padroni di casa trovano la seconda meta con Fia, che porta i suoi al riposo sul punteggio di 15-3. Nella ripresa, il protagonista è Canna, che, prima realizza un piazzato e poi, al 70' segna la prima meta della stagione per le Zebre, portando i suoi, con la successiva trasformazione, a soli 2 punti di svantaggio (15-13). Nel finale, però, arriva la beffa per le Zebre, che, prima subiscono la meta al 79' con Giles, e poi, la successiva trasformazione di Davies, nega anche il punto di bonus alla squadra di Parma, che perde 22-13.