Premier League: lezione di Guardiola a Klopp

Pubblicato il 9 settembre 2017 alle 16:01:14
Categoria: Notizie Premier
Autore: Piergiuseppe Pinto

Pomeriggio da sogno per il Manchester City. All'Etihad, gli uomini di Guardiola vincono 5-0 contro il Liverpool di Klopp. Padroni di casa avanti al 25' con Aguero, con i Reds in 10 per l'espulsione di Mané. Nel recupero, Gabriel Jesus trova il raddoppio di testa. Ci pensano ancora il brasiliano e Sane, con una doppietta, a fissare il risultato finale nella ripresa. Con questa vittoria, il City, in attesa dello United, è in testa con 10 punti.

Primo tempo dai ritmi intensissimi che, sul piano delle occasioni, si accende al 13': Fernandinho conclude dalla distanza, ma il suo rasoterra è parato da Mignolet, che devia in corner. La stessa azione si ripete, 5 minuti dopo, a parti invertite, con Emre Can che prova il destro facilmente bloccato da Ederson. Al 25', il City la sblocca: invenzione di De Bruyne, che serve Aguero. L'argentino punisce il pessimo allineamento di Alberto Moreno, salta il portiere dei Reds e porta in vantaggio Guardiola.

La reazione del Liverpool è affidata ancora al centrocampista tedesco, che ci prova su punizione (pallone a lato) e a Salah, che si invola verso la porta e incrocia con il sinistro: attento Ederson nell'occasione. Nel giro di 60'', il Manchester va vicino al raddoppio: al 34'', Gabriel Jesus ruba palla a Klavan, entra in area e conclude, ma Mignolet è attento sul primo palo. Il belga deve ripetersi dal successivo corner, quando Stones conclude rasoterra in area piccola: grande parata di piede e svantaggio minimo mantenuto. Al 37', l'altro episodio che cambia il match: lancio lungo per Sane, che travolge Ederson in uscita. Moss estrae il rosso per l'ex Southampton, con il brasiliano che è costretto ad uscire e a lasciare il posto a Claudio Bravo. Nel maxi recupero concesso dall'arbitro per i soccorsi all'ex Benfica, il City trova il raddoppio, ma il colpo di testa di Gabriel Jesus è annullato per fuorigioco. Il brasiliano, però, replica pochi minuti dopo con un'altra incornata, ancora su assist di De Bruyne, che porta sul 2-0 i padroni di casa.

Nella ripresa, Klopp prova a mantenere l'equilibrio senza rinunciare alla pericolosità offensiva, inserendo Oxlade-Chamberlain al posto di Salah. Al 52', però, il City cala il tris: Aguero, che si vede annullare un gol poco prima, si invola verso Mignolet e, molto altruisticamente, serve Gabriel Jesus, che deposita in rete il 3-0 e la sua doppietta personale. La partita, di fatto, si chiude qui. Gli uomini di Guardiola continuano a spingere, con De Bruyne che sfiora il poker con un mancino alto sopra la traversa al 65'. Il 4-0 arriva ugualmente al minuto 77': Sane, entrato al posto del brasiliano, scambia in area con Mendy e, sotto porta, beffa sul primo palo Mignolet. Nel finale, Aguero va vicino al pokerissimo, ma il belga si supera in uscita. Gol rimandato di pochi minuti: al 91', ancora l'ex Schalke dal limite trova un sinistro a giro da sogno che finisce all'incrocio dei pali, realizzando la sua doppietta. Cala così il sipario sul pomeriggio più duro sulla panchina del Liverpool per Jurgen Klopp, che subisce la stessa umiliazione inflitta prima della sosta all'Arsenal di Wenger e resta a quota 7 in classifica. Con questa vittoria, invece, in attesa di Stoke-Manchester United, Guardiola è in vetta con 10 punti.

Blue Finance Forbes