Premier League: Fabregas e Morata rilanciano Conte, 2-0 all'Everton

Pubblicato il 27 agosto 2017 alle 17:40:37
Categoria: Notizie Premier
Autore: Luca Servadei

Il Chelsea in salsa spagnola supera l'Everton 2-0. Dopo la vittoria contro il Tottenham, i Blues regolano i Toffees con le reti di Fabregas e Morata nel primo tempo. Al 26' l'ex Barcellona non dà scampo a Pickford con un delizioso tocco d'esterno, al 40' il pupillo di Antonio Conte insacca il gol del raddoppio con un pregevole colpo di testa. Grazie a questo successo, il Chelsea sale a quota 6 punti in classifica, a -3 dallo United di Mourinho.

 

 


La bella vittoria contro il Tottenham ha rasserenato un po' l'ambiente in casa Chelsea dopo un'estate caratterizzata da tensione ed un mercato che non ha pienamente soddisfatto Antonio Conte. Senza Cahill, squalificato, ma con il ritrovato Fabregas, i Blues partono subito a mille a Stamford Bridge con Marcos Alonso e Azpilicueta che seminano il panico nella difesa dell'Everton sulle corsie. Al 10' il Chelsea si rende pericoloso con una conclusione acrobatica di Pedro, servito a centro area da Morata dopo lo strappo di Willian a centrocampo.

 

La rovesciata dello spagnolo finisce alta sopra la traversa e poco dopo l'ex Barcellona si ripete con una botta dalla distanza che impegna Pickford. La squadra di Koeman paga la pesante assenza a centrocampo dello squalificato Schneiderlin e al 26' l’undici di Conte passa: Fabregas chiama l'uno-due a Morata che, di testa, restituisce palla al connazionale, bravissimo a concludere al volo con una deliziosa stoccata d'esterno destro che non dà scampo a Pickford. I padroni di casa sono in totale controllo del match e al 40' è Alvaro Morata a timbrare il cartellino: Azpilicueta mette in mezzo un pallone perfetto per l'ex bianconero che, di testa, anticipa Holgate e fa 2-0. Secondo gol in Premier League per il bomber spagnolo.

Il brutto primo tempo costringe Koeman ad effettuare dei cambi e Davies lascia il posto a Besic. La nuova disposizione tattica dei Toffees sorprende il Chelsea e solo il salvataggio in scivolata di Rudiger nega a Sandro Ramirez l'occasione di accorciare le distanze al 50'. L'illusione per gli ospiti dura giusto qualche giro di lancette perchè, dopo essersi riassestato, il Chelsea torna a premere il piede sull'acceleratore con Pedro e Moses che si fanno beffe della difesa avversaria. L'Everton fatica a superare la propria metà campo fino a 10 dalla fine quando, in perfetto stile inglese, gli uomini di Koeman si gettano a capofitto in attacco alla disperata ricerca del gol che potrebbe riaccendere le speranze ospiti. Il primo brivido lungo la schiena di Antonio Conte lo fa correre la conclusione in acrobazia di Ashley Williams all'85', con la palla che fa la barba alla traversa. Poco dopo è Gueye ad impegnare il fin qui inoperoso Courtois con una botta che il portierone del Chelsea controlla senza affanno. Il forcing finale dell'Everton non sortisce gli effetti desiderati e la partita si chiude sul punteggio di 2-0 per il Chelsea. Un risultato che permette ad Antonio Conte di allontanare le critiche e di portarsi a quota 6 punti in graduatoria, a -3 dal Manchester United di José Mourinho.

Blue Finance Forbes