Premier League: City in fuga, +8 su Tottenham e United

Pubblicato il 5 novembre 2017 alle 19:59:14
Categoria: Notizie Premier
Autore: Piergiuseppe Pinto

 

Foto www.imagephotoagency.it

Adesso è ufficiale: il Manchester City è in fuga in Premier League. Gli uomini di Guardiola vincono 3-1 contro l'Arsenal grazie a De BruyneAguero Gabriel Jesus, volando a quota 31 a +8 su United Tottenham. E' Morata, con un colpo di testa, a regalare il quarto posto in solitaria a 22 punti e l'1-0 al Chelsea di Conte contro i Red Devils di Mourinho. Solo gli Spurs, che battono il Crystal Palace 1-0 grazie al gol di Son, non perdono terreno.

Allo Stamford Bridge, la partita è subito ad alti ritmi: all'8', Rashford sfiora, di testa, il vantaggio, ma quattro minuti dopo tocca a Bakayoko sprecare un cross mancato da Morata, spedendo di piatto destro la sfera sul fondo da ottima posizione. Al 16', Lukaku sale in cattedra e prova il sinistro dal limite, ma è attento il connazionale Courtois. C'è lavoro anche per De Gea, che deve superarsi tre minuti dopo su Hazard. Al 40', a sfiorare il gol è invece Christensen, che di testa da corner manda alto sopra la traversa.

Nella ripresa, dopo 10 minuti, il Chelsea la sblocca: cross dalla destra di Azpilicueta e colpo di testa vincente di Morata, che beffa un immobile De Gea sul secondo palo. Mourinho corre ai ripari togliendo Mkhitaryan Jones, inserendo Martial Fellaini. Proprio il belga, però, perde palla al limite lanciando il contropiede di Bakayoko, che fallisce però da ottima posizione il raddoppio con il destro. Subito dopo, tocca ad Hazard concludere senza impensierire lo spagnolo. Nel finale, però, lo United va vicinissimo al pareggio con Rashford, che prima all'87' con un sinistro a fil di palo, poi con una punizione al 94' (con in mezzo il destro di Fellaini), cerca l'1-1. Assalto inutile: con questa vittoria, Conte allontana i fantasmi e sale a quota 22, a -1 da Tottenham United. Numeri che, dopo 11 partite, certificano la fuga del Manchester City.
Emozioni forti anche a Goodison Park: l'Everton, sotto 2-0 in casa contro il Watford, in vantaggio con Richarlison Kabasele nella ripresa, rimonta con Niasse al 67', con Calvert-Lewin al 74' e con il rigore di Baines al 91'. Dopo un infinito recupero, gli ospiti hanno la possibilità di trovare il 3-3, ma Cleverley sbaglia dal dischetto. Un successo fondamentale per l'Everton, che abbandona la zona retrocessione superando West Ham West Brom.

Blue Finance Forbes