Milan, Montella: "Da un po' assisto da vivo al mio funerale"

Pubblicato il 3 novembre 2017 alle 09:11:36
Categoria: Europa League
Autore: Luca Servadei

Un pareggio per 0-0 in Grecia contro l'Aek non era certo ciò di cui avrebbe avuto bisogno Vincenzo Montella per dare una risposta convinta alle critiche e provare a blindare la propria panchina. Ad Atene, invece, il Milan non è riuscito a segnare nemmeno un gol (proprio come a San Siro), andando così a rinviare il discorso qualificazione. Nonostante una prova al di sotto delle aspettative, l'Aeroplanino è soddisfatto: "Non è stata una brutta partita, nel secondo tempo l'abbiamo giocata bene, nel primo tempo eravamo contratti, siamo qui per crescere - spiega a margine dell'incontro -. Non era facile giocare qui, ho visto cose positive. Siamo andati vicino alla vittoria e abbiamo creato più dell'avversario, avessimo segnato col palo di Montolivo avremmo sicuramente meritato".
Il momento della squadra non è certo dei migliori: "C'è da lavorare, vedo la squadra predisposta. Nelle ultime settimane creiamo meno ma subiamo anche meno. Il secondo tempo è andato meglio del primo, non era una partita facile soprattutto per l'intensità dell'avversario". André SIlva non è riuscito ad incidere: "E' un ragazzo giovane, di grande potenzialità, ci sta che a volte si possa sbagliare la scelta. E' un ragazzo di grandissimo talento. Suso? Questa partita era decisiva, così come saranno le prossime. Suso è un giocatore importantissimo, oggi non ho voluto rischiarlo perché aveva un leggero affaticamento", aggiunge Montella. Una chiosa finale sul proprio futuro: "È un po' di tempo che guardo da vivo il mio funerale... Detto questo, so che la società mi sostiene, poi vedremo".

Blue Finance Forbes