Ligue 1: Fekir stende il Monaco all’ultimo respiro

Pubblicato il 13 ottobre 2017 alle 23:30:27
Categoria: Notizie Ligue 1
Autore: Luca Servadei

Credit immagine: imagephotoagency.it

Fekir fa impazzire il Parc Olympique Lyonnais. Con una punizione al 95esimo minuto, il Lione stende 3-2 il Monaco di Jardim nell’anticipo della 9a giornata di Ligue 1. Dopo un primo tempo folle, chiuso sul punteggio parità, ci pensa la rete del francese ad interrompere la crisi della squadra di Genesio. Grazie a questo successo, il Lione si porta a quota 16 in classifica, insieme con Marsiglia e Nantes. Il Monaco fallisce l’aggancio al Psg.
 
Il Monaco di Jardim tenta l'operazione aggancio al Parc Olympique Lyonnais contro il Lione nell'anticipo della nona giornata di Ligue 1. Con una vittoria, infatti, i monegaschi raggiungerebbero, almeno per una notte, il Psg di Neymar e Cavani in vetta alla classifica. A partire meglio, però, è la squadra di Bruno Genesio che dopo 11 minuti passa in vantaggio con la rete del solito Mariano Diaz. Fekir porta a spasso Glik poi mette in mezzo un pallone telecomandato per il dominicano che trova la facile deviazione sotto porta: 1-0 Lione. Il Monaco è sotto choc ma grazie ad una invenzione di Keita trova il gol del pareggio al 18'. L'ex laziale si libera di Yanga-Mbiwa e poi apre per Lopes che non dà scampo al suo omonimo. Al Parc Olympique Lyonnais si gioca su ritmi indiavolati e al 23' i padroni di casa rimettono il naso avanti: dopo aver servito l'assist per il gol dell'1-0, Fekir si mette in proprio e, complice una disastrosa fase difensiva del Monaco, firma la rete del 2-1 Lione. Questa volta il vantaggio dura solo 11 minuti. Al 34', infatti, i monegaschi si riportano in parità grazie all'imprendibile sassata di Traoré, sapientemente imbeccato da Rony Lopes. Un folle e frizzante primo tempo si chiude sul punteggio di 2-2.
 
Lo spettacolo dei primi 45 minuti lascia spazio al nervosismo: l'arbitro Benoit Bastien fatica a tenere in mano la situazione e punisce l'irruenza degli interventi sventolando una pioggia di cartellini gialli. Il primo brivido per il Lione arriva al 56' con Keita che, da due passi, non trova il colpo vincente. Occasione da una parte, occasione dall'altra: Traoré fa compagnia all'ex Lazio e si divora un clamoroso rigore in movimento, prima che Lopes restituisca il favore sul ribaltamento di fronte. Il gol dei padroni di casa sembra nell'aria e solo il miracolo di Subasic al 67' su Mariano Diaz salva il risultato. Il dominicano si ripete al 72' e questa volta è il palo a negargli la gioia della doppietta. Quando sembrava ormai destinata a chiudersi con un pareggio che non sarebbe servito a nessuno, ecco il gioiello firmato Nabil Fekir. Al 95', a tempo ormai scaduto, il francese supera un non impeccabile Subasic con una punizione dai 25 metri che fa impazzire il Parc Olympique Lyonnais per il 3-2 finale. Grazie a questo successo, il Lione interrompe la sua mini crisi e condanna i monegaschi al secondo stop in campionato. La squadra di Jardim fallisce così l'aggancio al Psg in vetta alla classifica.

Blue Finance Forbes