Liga: il Valencia continua a vincere, il Barcellona risponde con Paco Alcacer

Pubblicato il 4 novembre 2017 alle 22:58:30
Categoria: Notizie Liga
Autore: Luca Servadei

Il Valencia non si ferma più. Zaza e compagni, al settimo successo in fila, superano 3-0 il Leganes e consolidano il secondo posto in classifica. Il Barcellona di Valverde, però, resta a +4 grazie alla vittoria per 2-1 contro il Siviglia al Camp Nou. Per i blaugrana decisiva la doppietta di Paco Alcacer, inutile il momentaneo pareggio di Pizarro. Con la rete di Thomas all'ultimo respiro l'Atletico Madrid passa 0-1 al Riazor e si porta a 23.

Primi minuti molti equilibrati al Mestalla con gli ospiti che si difendono molto bene dalle iniziative offensive del Valencia che fa la partita ma non riesce a creare molti pericoli. Alla prima vera occasione però i pipistrelli colpiscono e si portano in vantaggio grazie alla fantastica punizione al 15' di Parejo che di furbizia fa passare la palla sotto la barriera beffando Cuellar. I padroni di casa si rilassano troppo e il Leganes prende coraggio mettendo paura a Neto in un paio di circostanze con il tiro in diagonale di Eraso e il sinistro al volo di Szymanowski che esce di poco. Al 40' rischia ancora il Valencia con Beauvue che ha sui piedi la migliore opportunità per gli ospiti ma tutto solo, dopo un liscio clamoroso di Murillo, spreca tutto davanti a Neto sparando alto sopra la traversa. Le squadre vanno al riposo sul punteggio di 1-0 ma il Valencia che dopo il gol è stato bloccato dalla grande prova difensiva del Leganes (terza miglior difesa della Liga) chiude soffrendo il finale della prima frazione.

Nella ripresa arriva subito al 55' la risposta del Valencia che colpisce un palo con Guedes. L'ex Psg mette a sedere Munoz con una finta, rientra sul destro e colpisce il legno a Cuellar battuto. Cinque minuti dopo arriva anche il primo lampo di Rodrigo che prova il diagonale di destro che esce fuori di poco. Al 70' dopo un altro incredibile buco di Murillo che per poco non regala ad Eraso il pareggio, dall'altra parte è proprio Rodrigo che su cross del neoentrato Pereira stacca più in alto di tutti e trova il 2-0, firmando il suo settimo centro in Liga. Il Valencia chiude i giochi all'82' con il tris su rigore realizzato da Santi Mina che, appena entrato al posto di uno Zaza molto arrabbiato, dal dischetto è freddo e non sbaglia. I padroni di casa non rischiano più nulla, anzi per poco non trovano il poker con uno scatenato Santi Mina. Zaza ferma la sua striscia di sei reti consecutive in Liga ma il Mestalla dopo tre minuti di recupero può lo stesso esultare e continuare a sognare. 

DEPORTIVO LA CORUNA-ATLETICO MADRID

Vittoria sofferta per l’Atletico Madrid, che passa in extremis al termine di una partita difficile da sbloccare al Riazor contro il Deportivo La Coruna. Dopo il pareggio in casa contro il Quarbag in Champions League, gli uomini di Simeone riescono ad ottenere i tre punti in pieno recupero con Thomas che, con un tiro a giro dal limite dell'area, spiazza Pantilimon per lo 0-1 finale. Primo tempo equilibrato, padroni di casa più vicini al vantaggio con Bakkali, autore di una conclusione dal limite che, però, finisce di poco alta sopra la traversa. Dagli spogliatoi i Colchoneros escono con uno spirito diverso, più combattivo, ma solamente la rete al 91’ permette di allungare la striscia positiva di risultati. Ora sono 15 le gare consecutive in cui l’Atletico va a punti in Liga: gli uomini di Simeone, ancora in corsa per la Liga con 23 punti in classifica, si portano al terzo posto, a -5 dal Barcellona capolista.

BARCELLONA-SIVIGLIA

I successi di Valencia e Atletico Madrid mettono pressione al Barcellona di Valverde che, al momento, ha solo una lunghezza di vantaggio nei confronti di Zaza e compagni. Per riallungare in classifica, i blaugrana devono superare l'ostacolo Siviglia, quinto in classifica con 19 punti. Partono subito forte i padroni di casa con Messi e Suarez che, nei primi 5 minuti, fanno correre qualche brivido lungo la schiena di Soria. Il pressing del Barça non accenna a diminuire, con la Pulce e Rakitic che sfiorano nuovamente il gol del vantaggio. Al 14' si fa vedere anche Muriel, il cui destro lambisce il palo alla destra di ter Stegen. Il dominio blaugrana si concretizza però solo al 23' con Alcacer che sfrutta un imperdonabile errore di Escudero per superare il portiere in uscita e portare in vantaggio i suoi. La rete dell’1-0 rallenta la spinta del Barcellona, che gestisce senza troppo affanno il risultato fino alla fine del primo tempo senza offrire mai una vera occasione pericolosa agli uomini di Berizzo.

Alla ripresa del gioco, è ancora una volta Muriel a spaventare il Camp Nou con un mancino che finisce alto sopra la traversa. Il Barcellona sembra in difficoltà  e al 59' il Siviglia pareggia con il colpo di testa di Pizarro, colpevolmente dimenticato dalla difesa blaugrana. La gioia degli ospiti, però, dura solo qualche minuto. Al 65' Alcacer firma la sua doppietta personale con una zampata mancina che beffa di nuovo Soria. Il nuovo vantaggio ridà fiato ed energia alla squadra di Valverde, che si porta vicina al tris con Messi, stoppato dal bell'intervento dell'estremo difensore del Siviglia. Grazie a questo successo il Barcellona resta a +4 nei confronti del Valencia e si porta addirittura a +11 sul Real Madrid di Zinedine Zidane, impegnato domenica contro il Las Palmas al Santiago Bernabeu.

Blue Finance Forbes