Liga: il Barcellona stende il Bilbao, Atletico fermato dal Villarreal

Pubblicato il 28 ottobre 2017 alle 23:06:00
Categoria: Notizie Liga
Autore: Piergiuseppe Pinto

 

Foto www.imagephotoagency.it

Il Barcellona risponde al successo del Valencia sull'Alaves e si riporta a +4 battendo 2-0 l'Athletic Bilbao. A portare in vantaggio gli ospiti è Messi che, dopo aver colpito un clamoroso palo a porta vuota, trova il gol al 36' dopo uno scambio con Jordi Alba. Nel finale, arriva il raddoppio in contropiede di PaulinhoL'Atletico, invece, si fa fermare in casa dal Villarreal: al gol di Correa risponde l'ex Milan Bacca, che firma l'1-1 finale.

Al'Estadio Mendizorrotza, il primo tempo è abbastanza noioso, si viaggia su ritmi lenti e la partita nella prima mezz'ora è molto bloccata. Nessuna delle due squadre riesce a creare occasioni pericolose, tranne qualche discesa del terzino sinistro di casa Pedraza che vince sempre il duello in velocità con l'ex Inter Montoya e mette in mezzo cross su cui però Neto Garay fanno buona guardia. Al 34' minuto però da una palla persa dalla difesa di casa, Pereira trova lo spazio giusto per servire Zaza che con un controllo orientato si sposta la palla sul destro e calcia violentemente con una leggera deviazione sotto la traversa di Pacheco che non può nulla. Il Valencia passa così in vantaggio grazie al sesto gol consecutivo dell'italiano, il nono totale in Liga, solo Messi è davanti a lui con 11 marcature. Il primo tempo finisce con il controllo totale da parte degli ospiti che proteggono il risultato, portando l'1-0 fino all'intervallo. Nella ripresa però cambia la musica e l'Alaves esce dal guscio per cercare il pareggio che arriva subito al 48' grazie al colpo di testa del difensore Alexis che da un calcio d'angolo è libero di saltare da solo in area e battere un Neto incolpevole.
I ragazzi di De Biasi prendono fiducia ed entusiasmo grazie anche alla spinta del loro pubblico che assapora l'idea dei primi punti in casa. Il Valencia subisce a livello psicologico il gol del pareggio e la partita diventa apertissima. Mentre l'Alaves continua a cercare il gol del vantaggio si sbilancia troppo e da una ripartenza nasce il fallo di mano ingenuo in area dell'ex rossonero Rodrigo Ely che al 66' minuto induce l'arbitro ad assegnare il rigore per gli ospiti. Rodrigo dal dischetto è freddo e non sbaglia spiazzando Pacheco e riportando avanti la sua squadra. Dopo una girandola di cambi l'Alaves prova l'assalto finale ma i tentativi sono facile preda della difesa valenciana. Dopo cinque minuti di recupero l'arbitro chiude il sipario al Mendizorrotza e il Valencia può finalmente esultare. I pipistrelli restano secondi in Liga, mentre i ragazzi di De Biasi, usciti comunque dal campo applauditi dai loro tifosi per aver combattuto fino alla fine, restano penultimi a tre punti.
Dopo la sofferta vittoria per 1-0 contro il Celta Vigo, che ha interrotto la striscia di due pareggi consecutivi, l'Atletico Madrid del Cholo Simeone ospita il Villarreal per non perdere troppo terreno dalla vetta. Gli ospiti, quinti in graduatoria, partono subito spingendo il piede sull'acceleratore con l'ex milanista Carlos Bacca, che impensierisce Oblak con una conclusione centrale. La replica dei Colchoneros passa dai piedi di Saul: cross di Correa sul quale, però, il centrocampista arriva con leggero ritardo. I padroni di casa aumentano la pressione e, nel giro di un paio di minuti, collezionano due nitide occasioni con Correa e Gameiro, senza però riuscire a trovare lo spunto per spezzare l'impasse. Griezmann prova a fare tutto da solo, sfiorando a più riprese il gol del vantaggio, ma solo un monumentale Savic impedisce a Bakambu di sfondare da posizione favorevole e consente ai suoi di chiudere la prima frazione sullo 0-0.
Cambia la musica ad inizio ripresa con la squadra di Calleja che inizia con un altro piglio. Prima Rodrigo e poi Fornals fanno correre qualche brivido al Wanda Metropolitano. Che poi esplode al 61' grazie alle rete di CorreaGriezmann apre al volo per il compagno che stoppa il pallone, supera Costa e poi fredda Barbosa con un destro sul primo palo. Il gol del vantaggio ridà energie e fiato agli uomini di Simeone che si portano ad un passo dal raddoppio con Gameiro, che costringe Barbosa al grandissimo intervento. All'81' il Villarreal pareggia con l'ex milanista Carlos BaccaCastillejo batte dalla bandierina e il colombiano stacca più in alto di tutti battendo Oblak. L'Atletico non ci sta a collezionare il terzo pareggio in quattro giornate ed affida le proprie speranze alla punizione di Griezmann. Il mancino del francese, però, finisce alto sopra la traversa.
Nel match che segna il ritorno dell'ex Valverde al San Mamés, i principali protagonisti nel primo tempo sono Aritz Aduriz Lionel Messi. La prima occasione è per l'argentino, che ci prova con il mancino dalla distanza, ma è facile la parata di Arrizabalaga. Al 19', invece, tocca all'attaccante basco involarsi da solo di fronte a Ter Stegen, che lo ipnotizza parando il suo destro sul secondo palo. Due minuti dopo, il Barcellona colpisce un clamoroso legnoMessi, dopo uno scambio in area con Suarez, salta tutti, ma trova incredibilmente il palo a porta vuota con il destro. La Pulce, però, si riscatta in pieno al 36', quando apre e conclude un'azione rifinita da Jordi Alba e conclusa dall'argentino con il sinistro che porta in vantaggio il Barcellona. Quattro minuti dopo, i catalani vanno vicinissimi al 2-0: ancora Messi entra in area e serve Paulinho, che con il destro sorprende in controtempo Arrizabalaga, ma colpisce l'incrocio dei pali.
Nella ripresa, il Bilbao sfiora subito il gol del pareggio: da corner, infatti, Garcia tenta il colpo di testa, ma la sfera colpisce la traversa e grazia il Barcellona. I baschi spingono e prima con Williams, poi con Cordoba, tentano di raggiungere il pareggio, ma Ter Stegen blocca a terra nella prima occasione, evitando di intervenire sul mancino al volo dell'esterno di Ziganda. All'85', è ancora Aduriz a sfiorare il pareggio, ma il suo colpo di testa da corner è intercettato con un grande intervento dal portiere tedesco. Al 90', Messi calcia alto una punizione, ma due minuti dopo guida il contropiede che porta Suarez al tiro. Sulla parata di Arrizabalaga si fionda Paulinho, che deposita in rete il gol del raddoppio, che chiude la sfida. Un successo sofferto, ma fondamentale per il Barcellona, che sale a 28 punti in classifica e torna a +4 sul secondo posto del Valencia. Secondo ko di fila per i baschi, che restano fermi a quota 11.

Blue Finance Forbes