Serie C: gol e highlights girone per girone. Video

Pubblicato il 25 settembre 2017 alle 23:30:24
Categoria: Gol e Highlights Serie C
Autore: Redazione Datasport.it

Clicca sulle singole partite per guardare gli Highlights

 

Girone A

5a giornata

CUNEO-PISA 0-1 

La torre non crolla: nonostante l'inferiorità numerica il Pisa difende l'1-0 sul campo del Cuneo, portando a casa tre punti d'oro. I nerazzurri trovano subito il vantaggio al 6' con De Vitis, ma la tegola arriva al 38' con il rosso a Masucci che lascia i toscani in dieci. Il Cuneo nella ripresa ci prova a scardinare le difese dei pisani, che devono ringraziare un Petkovic miracoloso su Dell'Agnello nel finale di gara.

MONZA-CARRARESE  4-0 

Poker del Monza, che con un netto 4-0 demolisce la Carrarese in visita al Brianteo. Dopo un discreto avvio dei toscani, con i padroni di casa schiacciati nella propria metà campo, sono proprio i brianzoli ad aprire le danze al 40' con Palazzo. La ripresa è solo a tinte biancorosse: al 50' Giudici, al 61' Origlio e all'88' Ponsat ettono il sigillo sulla gara, con i Marmiferi completamente inermi.

OLBIA-PONTEDERA 2-0 

Vento in poppa per l'Olbia: i galluresi vincono per 2-0 contro il Pontedera, riscattandosi dal ko di domenica scorsa. Gara in gran parte controllata dai sardi che faticano però a trovare la via del gol: al 38' però Ragatzu su rigore porta i suoi in vantaggio. Nella ripresa, dopo qualche assalto dei granata, i ragazzi di Mereu si ricompattano, siglando con Senesi all'85 anche la rete del raddoppio.

PIACENZA-ARZACHENA 2-1 

Il Piacenza si rialza con Romero: è una rete del numero 9 biancorosso a regalare il 2-1 degli emiliani contro l'Arzachena. Primo tempo deiciso dai calci di rigore: il primo assegnato al 12' ai padroni di casa e segnato da Morosini, il secondo invece a favore dei sardi nel recupero (gol di Curcio). Nella ripresa Romero fulmina Ruzzittu con un gran destro, mettendo in cassaforte tre punti preziosi.

ROBUR SIENA-ALESSANDRIA 0-0 

Tanto agonismo e nessuna rete al Franchi di Siena, dove la Robur pareggia per 0-0 contro l'Alessandria. Un risultato che fa felici i toscani, che mantengono le prime posizioni, mentre i grigi non si schiodano dai bassifondi della classifica. Nel primo tempo l'occasione più ghiotta ce l'ha Bunino di testa; nella ripresa ancora piemontesi più attivi in avanti, ma i bianconeri contengono bene fino al fischio finale.

VITERBESE CASTRENSE-GIANA ERMINIO 2-3 

Match pirotecnico quello che ha regalato la prima vittoria stagionale alla Giana Erminio, che ha espugnato il campo della Viterbese Castrense col punteggio di 2-3. In una gara ricca di ribaltoni ad aprire le danze sono i padroni di casa al 10' con Cenciarelli; al 12' Bardelloni porta i lombardi sull'1-1. Al 31' vantaggio della Giana con Chiarello, ma nella ripresa Jefferson agguanta il pari. Due minuti dopo però lo stesso Chiarello sigla la rete del definitivo 2-3.

LIVORNO-PISTOIESE 2-0

Vittoria per 2-0 del Livorno, che con maturità ed esperienza batte la Pistoiese e veleggia in vetta alla classifica. Il primo tempo si apre con la marcatura di Valiani, che a porta sguarnita al 13' sigla la rete dell'1-0; ottimo Mazzoni nei minuti successivi a neutralizzare una bella girata dell'orange Ferrari. Nella ripresa gli amaranto si chiudono e al 92', con Montini, trovano su rigore la rete del raddoppio.

PRATO-GAVORRANO 1-0

Vittoria di misura per il Prato, che fra le mura amiche vince 1-0 contro un Gavorrano generoso ma poco efficace. Primo tempo vivace, ad aprire le danze per i Lanieri è Tchanturia che con un sinistro al 23' porta i suoi in vantaggio. Al 40' tegola per gli ospiti: espulso Tissone. Nella ripresa i padroni di casa si mangiano più volte il gol del raddoppio e centrano due pali con Guglielmelli e Polo, senza però bissare il risultato.

AREZZO-LUCCHESE 0-1

Domato il Cavallino rampante: successo esterno della Lucchese che batte per 0-1 l'Arezzo. Primo tempo non molto avvincente che si chiude a reti bianche: amaranto più in palla, ma gli ospiti si difendono bene creando inoltre più occasioni da rete. La verve rossonera si concretizza nel secondo tempo quando Del Sante all'65' devia in rete un calcio di punizione. Pochi minuti dopo l'espulsione di Ferrario complica le cose all'Arezzo che, nonostante i tanti cambi, non ribalta le sue sorti.

 

riposa: PRO PIACENZA

 

Girone B

5a giornata

 

RAVENNA-MODENA 1-0

Il Ravenna ha battuto il Modena in una gara assai combattuta. Dopo un primo tempo equilibrato è stato Samb a spezzare l'equilibrio, dopo che aveva mancato il vantaggio. Il Modena ha reagito bene, ma è mancata la qualità sul finale. 

ALBINOLEFFE-GUBBIO 2-1 

Terza vittoria consecutiva per l'Albinoleffe che, di fronte al pubblico amico dell'Atleti Azzurri d'Italia, vince 2-1 in rimonta contro il Gubbio. Sono gli ospiti a passare in vantaggio ad inizio secondo tempo con il colpo di testa di Paramatti ma Agnello, dieci minuti più tardi, pareggia i conti. Quando l'1-1 sembra il risultato scritto, ecco arrivare all'85' il gol di Sbaffo che anticipa la difesa del Gubbio e fredda Volpe.

MESTRE-TRIESTINA 2-1 

Gol, emozioni, spettacolo e polemiche nel derby tra Mestre e Triestina: a trionfare è la squadra arancionera che vince 2-1 grazie al rigore di Spagnoli a tempo scaduto. La squadra di Zironelli passa in vantaggio al 33' con un preciso pallonetto di Sottovia. La Triestina preme nella ripresa e trova il pari con Pozzebon a 5' dalla fine. Quando l'1-1 sembra scritto arriva il momento clou: minuto 94, Aquaro stende Bussi in area. L'arbitro indica il dischetto e Spagnoli non sbaglia mandando in delirio il pubblico di casa. 

PORDENONE-TERAMO 4-2 

Il Pordenone è la nuova capolista del Girone B. I neroverdi regolano 4-2 il Teramo grazie ad un super primo tempo, concluso 3-0 per i gol di Danza, Gerardi e Sainz-Maza. Nella ripresa, gli aprutini accorciano le distanze con Ilari in mischia ma ci pensa ancora Danza a calare il poker per la squadra di Colucci. Utile solo per le statistiche il rigore di Barbuti che fissa il 4-2 con cui si chiude la partita.

SUDTIROL-BASSANO VIRTUS 1-2 

Terzo successo nelle ultime quattro partite per il Bassano che espugna il Druso con un 2-1 confortante. La squadra di Magi sblocca il match al 12' grazie a Laurenti e trova il raddoppio nei minuti finali con Diop in tap-in. Nei minuti di recupero il Sudtirol realizza il gol che riapre momentaneamente la partita con Berardocco su rigore ma è troppo tardi. Vince il Bassano 2-1.

VICENZA-FERALPISALO' 1-1 

Secondo pareggio consecutivo per il Vicenza che, di fronte al pubblico amico del Menti, non va oltre l'1-1 contro la Feralpisalò. Sono proprio i gardesani a passare in vantaggio al 42' con Guerra su assist preciso di Dettori. La pressione del Vicenza cresce nella ripresa grazie ai cambi di Colombo e proprio Comi, neo-entrato, firma l'1-1 a 13' dalla fine. L'assalto finale dei biancorossi non produce però effetti sperati, finisce 1-1 tra Vicenza e Feralpisalò.

SAMBENEDETTESE-PADOVA 0-0 

Un gol di Cappelletti all'80' regala tre punti importanti al Padova che espugna il Riviera delle Palme, lasciando a bocca asciutta una Sambenedettese piuttosto opaca. La squadra di Bisoli controlla sin dall'inizio la partita, peccando però di precisione in zona gol. Sotto una pioggia torrenziale, il gol decisivo arriva sugli sviluppi di un corner che vede la deviazione vincente del difensore Cappelletti.

RENATE-REGGIANA 1-0

Il gol di Palma a fine primo tempo regala tre punti fondamentali al Renate che supera 1-0 una propositiva Reggiana e mantiene la scia della capolista Pordenone. La rete decisiva arriva al 42' con una zampata da attaccante vero per il regista nerazzurro. Nella ripresa la Reggiana alza i ritmi e costruisce palle gol importanti ma Di Gregorio e la difesa delle Pantere hanno la meglio.

SANTARCANGELO-FERMANA  1-5

Un Arturo Lupoli old style trascina la Fermana che regola con un sonoro 5-1 il Santarcangelo. Eppure a passare in vantaggio sono i romagnoli con Bussaglia ma al 39' arriva il turning-point della partita con il pareggio di Iotti a cui fa seguito l'espulsione di Briganti per rosso diretto. Prima dell'intervallo Lupoli, di testa, firma il vantaggio Fermana che viene irrobustito nella ripresa da altre due reti dell'ex Arsenal, inframezzate dalla zampata di Sansovini. Finisce 5-1, crolla il Santarcangelo mentre sorride la Fermana.

riposa: FANO

 

Girone C

5a giornata

Marino si immedesima in uomo della provvidenza: entrato al 57' al posto di Garufi, risolve un match equilibrato, in cui decisivi sono stati gli episodi. Esordio amaro in panchina per Antonello Mattei, alla prima con il Fondi dopo l'esonero di Giannini.
Pari e patta tra Bisceglie e Sicula Leonzio: al Ventura termina 1-1. Vantaggio nerazzurro firmato all'8' da Delic, che parte sul filo del fuorigioco e trafigge Narciso a tu per tu. Nel finale di gara è il neo entrato Tavares a ristabilire la parità di testa su cross da corner di Squillace.
Colpaccio dell'Akragas: al Pinto i siciliani si impongono 0-1 sulla Casertana. Partono meglio i padroni di casa, più autorevoli e pericolosi sotto porta, ma a passare in vantaggio è la squadra di Di Napoli con Longo al 42', freddo nel convertire in rete il cross di Saitta.
Vittoria d'oro per la Virtus Francavilla: i ragazzi di D'Agostino espugnano il Lorenzon e costringono il Rende alla terza sconfitta consecutiva. Partita tutto sommato equilibrata, sbloccata al 31' Saraniti, abile nel bruciare la difesa avversaria e nel beffare Forte con un delizioso tocco sotto.
Protagonista indiscusso del match Salvatore Sandomenico, che entra al 52' e permette ai suoi di vincere una partita difficile. Resta fermo a quota 2 punti il Cosenza, ormai in piena crisi.
Catania avanti di rigore: gli etnei superano 1-0 la Fidelis Andria in virtù di un penalty nelle ultime battute di gara. Decisivo dagli undici metri Lodi che converte in rete dopo il fallo in area conquistato da Tedeschi.
Lecce in scioltezza: al Ceravolo, la squadra di Rizzo si impone 1-3 e ottiene la seconda vittoria consecutiva. I salentini chiudono la pratica già nel primo tempo: Lepore al 5' con un bel tiro da fuori, Torromino al 14' su sponda di Caturano e Cosenza al 45' con un semplice tap in archiviano il risultato. A nulla serve la rete della bandiera al 92' di Lukanovic.
Il Monopoli si conferma al primo in classifica in virtù della vittoria per 2-0 sul Matera. Al 43' Sarao sblocca il risultato grazie ad un perfetto colpo di testa sugli sviluppi di corner, al 53' Genchi raddoppia su rigore causato dal fallo di Casoli su Rota.
Successo della Juve Stabia: le vespe sbancano il Torre e battono 1-2 la Paganese. Al 12' Allievi porta in vantaggio gli ospiti con un'incornata sugli sviluppi di calcio d'angolo, mentre al 58' Paponi raddoppia con un potente destro al volo. La squadra di Grassadonia accorcia le distante al 92' su rigore con Scarpa.
 
riposa: TRAPANI