Formula 1, Vettel ammette: "Hamilton troppo veloce"

Pubblicato il 23 ottobre 2017 alle 09:32:28
Categoria: Formula 1
Autore: Luca Servadei

Credit immagine: imagephotoagency.it

Sebastian Vettel rende onore a Lewis Hamilton dopo il Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 ad Austin. Il ferrarista, giunto secondo al traguardo, è stato protagonista di una buona partenza, ma si è fatto sorprendere dal britannico al sesto giro, chiudendo poi al secondo posto. "Sono partito bene, eravamo veloci, ho cercato di fermarlo ma Lewis era troppo veloce, la differenza nel passo era evidente - le parole di Vettel al termine della gara -. Ho faticato un po', mi sono fermato presto, ho gestito la gara ma sentivo che le gomme non andavano bene, così abbiamo deciso di cambiare. Siamo riusciti a salire sul podio con entrambe le macchine, il sorpasso su Bottas è stato particolare perché sono passato tra due macchine. Nel complesso però non è il risultato che volevamo".
 
Decisamente diverso, invece, l'umore di un euforico Lewis Hamilton, ormai sempre più vicino alla conquista del titolo iridato: "E' stata una vittoria grandiosa, una delle gare più divertenti degli ultimi tempi - assicura il britannico -. Seb è partito bene, però sono stato tranquillo, perché sapevo che qui si poteva superare. Sono rimasto sorpreso dal fatto che Vettel non si sia difeso di più. Io l'avrei fatto, lui è stato molto corretto". E ancora: "Sono i momenti per cui vivo - aggiunge -. Quelli che mi piacciono di più. Credo sia stata una vittoria straordinaria nel complesso. Rispetto alle prove il vento ha girato di 180° e avevamo più trazione. Sembrava di guidare dei kart. E' stato fuoco puro...".

Blue Finance Forbes