Champions League: Napoli, tutto in una notte

Pubblicato il 1 novembre 2017 alle 10:51:02
Categoria: Notizie Champions League
Autore: Piergiuseppe Pinto

 

Foto www.imagephotoagency.it

Una notte da non fallire. Al San Paolo, il Napoli affronta il Manchester City nella quarta giornata della fase a gironi della Champions League. Gli uomini di Sarri, a quota 3, sono obbligati a vincere per tenere il passo dello Shakhtar e restare in corsa per la qualificazione agli ottavi, che potrebbe invece arrivare già questa sera per Guardiola in caso di successo. Gli azzurri sperano di ripetere il 2-1 del 22 novembre 2011 firmato da Cavani.
Una serata fondamentale per la stagione del Napoli: al San Paolo arriva il Manchester City. Una sfida da non fallire per gli azzurri, terzi nel girone F a quota 3. Gli uomini di Guardiola sono primi a 9 punti, con lo Shakhtar Donetsk secondo a 6. Agli uomini di Sarri spetta proprio il compito di tenere in vita il sogno ottavi restando in scia, sperando magari in un regalo del Feyenoord in Ucraina. Un successo permetterebbe al Napoli di salire a quota 6 e, vincendo in Olanda, rimandare il discorso qualificazione allo scontro diretto al San Paolo contro lo Shakhtar.
Per Guardiola, invece, la missione è semplice: ottenere un successo per centrare con due turni di anticipo gli ottavi di finale. Con una vittoria a Napoli, infatti, i punti di vantaggio sul terzo posto sarebbero 9 a due giornate dalla fine della fase a gironi. Imporsi al San Paolo, però, non sarà facile: Sarri è imbattuto in casa in stagione, con due vittorie su due in Champions: il 2-0 al Nizza nei preliminari ed il successo per 3-1 contro il Feyenoord nella seconda giornata.
Il bilancio tra le due squadre è in perfetta parità, con una vittoria per parte ed un pareggio. Il Napoli spera di ripetere il risultato dell'unico precedente in casa contro il Manchester City. Il 22 novembre 2011, sempre nella fase a gironi di Champions League, gli azzurri s'imposero 2-1. A decidere il match fu Edinson Cavani, autore di una doppietta, mentre agli inglesi, allora allenati da Roberto Mancini, non bastò il momentaneo pareggio di Mario Balotelli. Un successo che, stasera, potrebbe valere una stagione per i partenopei.

Blue Finance Forbes