> calcio > serie d

Mercoledì, 15 Febbraio 2017 - 16:25

Serie D, recuperi: diverse squadre in campo

Il logo della Lega Nazionale Dilettanti -

Ecco l'elenco completo: programma modificato più volte a causa delle condizioni climatiche avverse



18 gennaio, 25 gennaio, 1 febbraio, 8 febbraio e 15 febbraio: sono questi i giorni fissati dalla Federazione per i recuperi delle partite di serie D. Ecco il dettaglio (fischio di inizio ore 14.30).

CLICCA SULLE PARTITE E RIVIVI TUTTI I LIVE

Mercoledì 15 febbraio

GIRONE E (22a giornata)
Savona-Ghivizzano 1-1
Il recuper del Bacigalupo tra Savona e Ghivizzano Borgo termina 1-1: la formazione ospite sfiora il colpaccio, ma i liguri trovano il pari proprio allo scadere. Un risultato comunque sorprendente: Ghivizzano avanti dopo appena dieci minuti dal fischio di inizio grazie alla rete di Giordani, ma il Savona non si arrende e attacca moltissimo. Tante occasioni non concretizzate, Ferrando colpisce un palo ma al 91' arriva il gol meritato di Fenati: il Ghivizzano chiude in nove uomini, espulsi Mei e Giordani.

Mercoledì 8 febbraio

GIRONE E (22a giornata)
Lavagnese-Ponsacco 3-1
Dopo un primo tempo di sofferenze, con il Ponsacco in vantaggio grazie al rigore di Doveri, la Lavagnese si ritrova e con un tris d'autore si prende il terzo posto solitario in classifica a quota 40 punti. Il terzo miglior attacco del girone colpisce nell'ordine con Venneri, Currarino e bomber Croci, alla nona rete stagionale. Nulla da fare per gli ospiti, che restano a una distanza minima di sicurezza dal Jolly Montemurlo, prima tra le quattro al momento in zona playout.

GIRONE F (20a giornata)
Campobasso-Jesina 3-2
Magnifico spettacolo al Nuovo Romagnoli di Campobasso, che si toglie dalla zona caldissima della classifica grazie alla vittoria in rimonta contro la Jesina, ora ad un solo punto di distanza in classifica. Shiba e Labriola siglano due volte il vantaggio per gli ospiti, ma prima Improta dal dischetto e poi Grazioso impattano il pareggio. I padroni di casa attaccano a testa bassa e trovano la rete del successo con Martiniello al 70'. Chiusa la cassaforte difensiva, ecco che arrivano i tre punti per i molisani, mentre gli ospiti tornano a Jesi a mani vuote.

Matelica-San Nicolò 0-1
Al Comunale di Matelica va in scena una sfida delle grandi occasioni tra i padroni di casa ed il San Nicolò Teramo, rispettivamente terza e quinta forza del girone. La partita è bloccata e nel primo tempo si chiude senza reti. Tutto sembra scritto per uno 0-0 all'insegna della paura, ma Pera, bomber da 17 gol in stagione, si fa espellere a dieci minuti dalla fine e lascia i marchigiani in dieci uomini. Una leggerezza pagata a carissimo prezzo nel recupero, quando Massetti sigla l'incredibile gol della vittoria per gli ospiti. Le due squadre sono ora appaiate a 34 punti, a 7 dalla capolista Fermana.

Agnonese-Pineto 3-0
Tris senza storia per l'Agnonese tra le mura del Civitelle e la squadra si avvicina minacciosamente all'ultimo posto valido per i playoff occupato dalla Vastese. Altro che pioggia, è grandine sul Pineto, ridotto in 10 uomini dall'espulsione di Fiumana, punito ulteriormente dalla rete di Guerra, che fa seguito a quelle di Margarita e Guida nel primo tempo, e ferma a 18 punti, in piena zona playout. Servirà qualcosa di meglio se non si vuole rischiare la retrocessione, mentre l'Agnonese può legittimamente sognare in grande.

GIRONE G (20a giornata)
Nuorese-Sansepolcro 2-1
Sofferta affermazione per la Nuorese, che domina nel primo tempo e si porta avanti grazie ai gol di Curcio e Goh, ma rischia moltissimo nel secondo a causa di un redivivo Sansepolcro, in rete con Mortaro e più volte vicino al colpo del pareggio. I padroni di casa festeggiano comunque il decimo successo stagionale e si portano al quinto posto in classifica, piombando in zona playoff. Sansepolcro fermo a metà classifica, senza reali aspirazioni di gloria, ma nemmeno patemi d'animo per ciò che succede alle sue spalle.

Mercoledì 1 febbraio

GIRONE B (20a giornata)
Scanzorosciate-Seregno 3-2
Scanzorosciate-Seregno finisce 3-2 dopo un match pieno di colpi di scena. Al 20' il Seregno passa in vantaggio grazie al gol di Cardinio, su assist perfetto di Szekely: nel secondo tempo i locali partono fortissimo e pareggiano al 46' con Bonomi, poi due minuti dopo Pellegris (su rigore) completa la rimonta. Ma la partita è apertissima e al 79' il Seregno pareggia grazie a Lillo: finale intenso, gli ospiti rimangono in dieci al 93' (espulso Scampini) e al 94' lo Scanzarosciate segna il gol del definitivo 3-2 ancora con Pellegris.

GIRONE G
Avezzano-Sansepolcro (18a giornata) 2-1
La striscia positiva del Sansepolcro si ferma nella trasferta contro l'Avezzano. Primo tempo sottotono e senza particolari occasioni, tutte le reti arrivano nel secondo tempo: doppietta di Padovani al 47' e al 63', poi Mortaro al 72' riporta in gara i bianconeri che però nel finale non riescono a recuperare il risultato.

L'Aquila-Rieti (20a giornata) 1-0
Il Rieti esce sconfitto dallo stadio Italo Acconcia di L'Aquila, che si impone 1-0 grazie alla rete di Russo al 6' della ripresa. I reatini giocano meglio nel primo tempo, colpiscono un palo con Bianchi e vanno vicini al gol con Scotto, poi nella ripresa la partita si fa più frizzante (tanti tiri dalla distanza): al 51' è Russo a sbloccare il risultato. I laziali sciupano così l'occasione di tornare in vetta alla graduatoria.

GIRONE I
Sersale-Gela (19a giornata) 0-1
La giornata di recupero premia il Gela, che passa 1-0 in casa del Sersale. Primo tempo di studio, senza occasioni importanti, ma nel secondo tempo i gelesi entrano in campo decisamente più agguerriti e prendono in mano il gioco. Al 77' Scerra sblocca il match e firma, di fatto, il gol decisivo: negli ultimi istanti di gara il Sersale prova l'arrembaggio ma senza esito positivo.

Igea Virtus-Gladiator (20a giornata) 2-1
L'Igea Virtus batte il Gladiator per 2-1 al termine di una partita molto combattuta. Partono subito forte i padroni di casa, che vanno al riposo sull’1-0 grazie al gol di Crino' al 5'. Ad inizio ripresa la Virtus trova il raddoppio grazie a Isgrò (53'): al 71' su cross dalla sinistra di Scielzo, il colpo di testa di D’Anna è vincente e vale 2-1. Ma gli ospiti non riescono ad agguantare il pareggio: la testa del girone I, dunque, è nuovamente giallorossa.

Mercoledì 25 gennaio

GIRONE B (19a giornata)
Lecco-Pro Patria 1-2
Una doppietta di Piras regala tre punti vitali alla Pro Patria che diventa la prima inseguitrice del Monza, distante ora 7 punti. A passare in vantaggio, però, è il Lecco con un gol di Malvestiti al 7' sugli sviluppi di un calcio d'angolo. La reazione dei bustocchi arriva nella ripresa con Piras che, al 10', non lascia scampo a Salvatori. Il numero 11 della Pro si ripete al 70' sull'assist dell'ex Genoa e Fiorentina Santana: il Lecco protesta per il gol (dubbi sulla posizione di partenza Piras) ma raccoglie la settima sconfitta consecutiva e rimane sempre fanalino solitario del girone.

GIRONE C (19a giornata)
Calvi Noale-Legnago Salus 2-1
Momento positivo per la Calvi Noale che, dopo Feltre e Altovicentino, interrompe anche la corsa del Legnago. I ragazzi di Soncin passano in vantaggio ad inizio ripresa grazie a Taddia che, direttamente da calcio di punizione, lascia impietrito Bala. Passano appena 7 minuti ed il Legnago pareggia su calcio di rigore con Formuso. La parità dura poco perché Magrassi, sempre dal dischetto, fissa il punteggio sul 2-1 finale. 7 punti nelle ultime 3 per la Calvi Noale che sembra aver cambiato marcia nel 2017: secondo KO consecutivo, invece, per il Legnago dopo il tonfo interno contro il Belluno.

Mestre-Montebelluna 4-0
Tutto facile per il Mestre che archivia la pratica Montebelluna già dopo il primo tempo: i gol di Sottovia e Bussi permettono ai ragazzi di Zironelli di andare all'intervallo avanti sul 2-0. Nella ripresa ancora Sottovia (15° gol in campionato) e Kabine (pregevole rovesciata) fissano il punteggio sul 4-0 finale. Il Mestre raccoglie la 17° vittoria in 20 partite ed allunga a 10 i punti di vantaggio sulla Triestina. Resta al terzultimo posto, invece, il Montebelluna: la squadra di Zulian non è mai stata in partita ed i quattro gol di scarto rappresentano al meglio la diversa caratura delle due compagini.

ArzignanoChiampo-Union Feltre 1-0
Vittoria pesante dell'ArzignanoChiampo allo stadio Dal Molin, nel recupero contro l'Union Feltre. La firma dei tre punti è di Bertoldi al 93' che riporta ossigeno e speranze dopo una gara combattuta e vinta per il rotto della cuffia. Adesso i pensieri dei gialloblù sono rivolti al derby ma intanto possono festeggiare questo successo pesantissimo.

GIRONE D (19a giornata)
Adriese-Sangiovannese 0-1
La Sangiovannese conquista i primi tre punti del 2017 battendo l'Adriese in una gara molto timida al vertice basso della classifica. Nel primo tempo il match è lento per via delle molte fasi di studio ma un possibile rigore per la squadra ospite al 27', fallo di mano di Di Gregorio, accende gli animi. Due tiri per parte ma solo uno, della Sangiovannese, centra lo specchio della porta. Al 12' del secondo tempo Bucaletti porta in vantaggio i biancoazzurri con un gol di rapina.  Ammonito Lischi, salterà la prossima partita perchè diffidato.

Imolese-Delta Rovigo 0-0
E' finita a reti inviolate la gara tra Imolese e Delta Rovigo. Partita molto nervosa soprattutto nel secondo tempo: al 64' espulsione per doppia ammonizione di Monacizzo, che lascia l'Imolese in dieci uomini. Il Delta Rovigo ci prova ma non riesce a mettere in difficoltà la squadra di casa. 0-0 risultato giusto per entrambe le squadre.

GIRONE F (18a giornata)
Fermana-San Nicolò 3-0
L'attesissimo big match, rimandato per due volte a causa del maltempo, incorona vincitrice la Fermana. La squadra di casa si impone fin da subito, anche sbagliando il rigore con Cremona al 14': un minuto più tardi sempre lui si riscatta portando in vantaggio i suoi con una una rovesciata d'autore. Raddoppio al 22' di Petrucci su rigore e al 34' minuto D'Angelo cala il tris che chiude l'incontro. Espulso a fine primo tempo Mozzoni per doppia ammonizione. Con questo successo la Fermana consolida il proprio primato in classifica salendo a + 6 sulla Vis Pesaro.

Matelica-Alfonsine 3-0
In una partita nervosa, caratterizzata da molti gialli e due espulsioni (una per parte), è il Matelica a spuntarla grazie alla doppietta di Pera ed al gol di Titone. I maceratesi ottengono il primo successo alla prima partita tra le mura amiche, arrivando così al secondo posto della classifica, mentre l'Alfonsine continua a navigare nelle parti basse della classifica, seppur con un discreto margine sulla Recanatese ultima. Domenica però si torna in campo e gli emiliano dovranno ottenere i tre punti proprio contro i giallorossi se vorranno ambire alla salvezza.

Campobasso-Pineto 0-1
Sul neutro di Isernia arriva la terza sconfitta consecutiva per il Campobasso, questa volta a portare via il bottino pieno è il Pineto, autore di una partita prettamente difensiva, ma capace di pungere al momento giusto con Emili. Nel corso del match sono state annullate anche tre reti per fuorigioco, di cui due ai padroni di casa che hanno sfiorato il gol più volte nel corso dei novanta minuti trovando sulla loro strada un eccezionale Mazzocchetti. Con questa vittoria il Pineto prova a risollevarsi in classifica portandosi ad un solo punto dal dodicesimo posto in classifica, tutt'ora occupato dal Campobasso. 

Agnonese-Romagna Centro 1-1
Finisce in parità tra Olympia Agnonese e Romagna Centro. Alla bella rete siglata da Margarita nel corso del primo tempo risponde Paolini con un gol nato dagli sviluppi di un calcio d'angolo. E' un punto che certamente soddisfa gli ospiti, mentre lascia l'amaro in bocca ai padroni di casa che perdono l'occasione di accorciare sulla zona playoff della classifica. Ai molisani resta ancora un recupero da giocare per poter rientrare nella lotta per i posti che contano, ma devono ritrovare la cattiveria di inizio campionato.

GIRONE H (18a giornata)
Potenza-Manfredonia 1-1
Allo stadio Viviani è 1-1 tra Potenza e Manfredonia. Partono forte gli ospiti che nei primi minuti di gioco colpiscono una traversa con Pepe. Al 27' rigore per il Manfredonia: La Porta, atterrato in area, va a battere dal dischetto e non sbaglia. Al 34' altro rigore assegnato dal direttore di gara, questa volta a favore del Potenza: Todino non sbaglia e porta il punteggio sull'1-1. Ripresa senza grandi emozioni, le due squadre si accontentano.

Picerno-Agropoli (19a giornata) 4-0
Partita a senso unico allo stadio Curcio: finisce 4-0 a favore dell'Az Picerno. Sblocca il risultato Casada al 3' di gioco. Raddoppio di De Luca che al 24' fa esultare i tifosi rossoblù. Terzo gol di La Gioia allo scadere del primo tempo. Nella ripresa la storia non cambia: al 67' De Luca mette a segno la sua personale doppietta e archivia il risultato. Nussuna reazione da parte della squadra ospite che adesso si ritrova a 4 lunghezze di distanza dallo stesso Picerno in classifica.

 

Mercoledì 18 gennaio

GIRONE A (17a giornata)
Casale-Legnano 0-0
Il Casale non va oltre lo 0-0 contro un buon Legnano e manca il sorpasso ai danni di Pro Sesto ed Inveruno: primo tempo dominato sul piano del gioco (ma senza particolari sussulti in fase realizzativa), poi nella ripresa i locali tentano senza fortuna il tutto per tutto. Lo 0-0 premia un Legnano in crescita e non più ultimo in classifica grazie ai recenti risultati positivi. I padroni di casa restano nella zona calda della classifica, a tre punti dal treno che porta ai playoff.

GIRONE H (18a giornata)
Agropoli-Vultur Rionero 1-2
Vultur Rionero, blitz sul campo dell'Agropoli: allo stadio Guariglia la squadra ospite parte forte e al 26' passa a condurre con Cristaldi. Quando il match sembra ormai destinato a chiudersi senza nuove marcature, ecco al 72' il pareggio del neoentrato Gagliardo: ma la reazione del Vultur non si fa attendere e dopo solo otto minuti gli ospiti sono nuovamente avanti con lo scatenato De Stefano. Ultime scorribande favorevoli agli uomini di mister Sosa, ma questa volta è il palo a negare la gioia del goal. Da segnalare in extremis il portiere bianconero Landi, al 92' e 95' con un doppio abile intervento. Vultur Rionero che allontana la zona playout e avvicinano invece quella playoff. Al contrario, non riesce a schiodarsi da zone pericolose l'Agropoli, ancora in cerca di punti e di certezze.

Bisceglie-Picerno 1-1
Finisce 1-1 la sfida tra Bisceglie e Picerno: la squadra di casa domina l'incontro nonostante le condizioni non ottimali del campo, ma gli ospiti resistono agli assedi grazie ad un'ottima fase difensiva e alla prima occasione passano in vantaggio grazie ad una ripartenza finalizzata da Tedesco. Reazione rabbiosa dei padroni di casa che non ci stanno a perdere la prima partita in casa della loro stagione: il neoentrato Lattanzio si conquista un calcio di rigore, dal dischetto si presenta Pistola ma il portiere avversario Ioime riesce a respingere la conclusione dagli 11 metri. Ma i padroni di casa non si demoralizzano, anzi aumentano il loro pressing offensivo e all'86' trovano la tanto agognata rete del pareggio con un'azione insistita di Montaldi.

Francavilla-Cynthia 2-1
Rimonta del Francavilla, che piega 2-1 il Cynthia e allunga a sei la striscia senza sconfitte in casa: gli ospiti, ultimi in classifica, ci provano fino all'ultimo ma anche in questa occasione devono rimandare l'appuntamento con la vittoria. Partita subito in salita per il Francavilla, che al 25' rimane in 10 a causa dell'espulsione di Marino: come se non bastasse il Cynthia riesce a portarsi in vantaggio poco prima dell'intervallo grazie alla rete di Longobardi. Nella ripresa il Francavilla scende in campo con un piglio diverso, aiutata dal fatto che anche il Cynthia rimane in 10 a causa dell'espulsione di Mastroantonio: al 69' i padroni di casa pareggiano con Gasparini, e nei minuti finali riescono a ribaltare il risultato con la rete di De Gol.

Herculaneum-Gravina 0-1
Successo tanto sofferto quanto importante per la classifica quello del Gravina sul campo dell'Herculaneum. Al 37' arriva il momento chiave del match: calcio di rigore decretato dall'arbitro Pragliola a favore del Gravina, contestato animatamente dall'Herculaneum, sul dischetto si presenta Picci che non lascia scampo a Mennella e porta avanti i pugliesi. Nella ripresa il canovaccio del match non cambia, con l'Herculaneum che spinge alla ricerca del pareggio ed il Gravina rintanato nella propria trequarti. Le occasioni più grandi capitano a Sorrentino e Lopetrone ma il risultato non cambia. Finisce 1-0 per il Gravina che porta a casa i tre punti, vola al terzo posto ed aggancia la Nocerina a 37 punti. Resta, invece, a metà classifica l'Herculaneum (quarta sconfitta nelle ultime sei per i granata).

Anzio-Gelbison 1-1
Nel recupero valido per la 18esima giornata del girone H, Anzio e Gelbison si affrontano al Bruschini per una sfida che può dire molto sia per la lotta playoff che per la lotta salvezza. Al 7’ il portiere degli ospiti compie un vero e proprio miracolo su Catalano, autore di una forte conclusione dal limite dell’area. Il gioco d’attacco dell’Anzio viene premiato al 40’ quando, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Petrini rimette in mezzo la palla trovando lo stacco di Lorenzo Regis che con un’incornata vincente segna il suo primo gol in maglia biancoblù. Nella seconda frazione di gioco tutto si ribalta: il Gelbison si butta subito avanti per cercare la rete del pari e al 58’ ci va molto vicino. Cappiello prende palla all’altezza del vertice destro dell’area rigore, si accentra e scarica un violento mancino che si stampa sulla traversa con Tintori Angeli battuto. Il gol del pareggio arriva però poco dopo, al 73’, con Maggio che di testa buca il portiere avversario. L’ultima occasione del match è per l’Anzio con Pisani che da posizione defilata prova a beffare D’Agostino trovando, però, solo l’esterno della rete.

GIRONE I (18a giornata)
Palmese-Cavese 1-1
La Cavese manca l'aggancio all'Igea Virtus: al Giuseppe Lo Presti gli aquilotti non vanno oltre l'1-1. I ragazzi di Longo passano in vantaggio al 17' con Celiento, abile a battere Pellegrino con un tiro a giro. La risposta dei padroni di casa non si fa attendere e, al 23', Bonadio batte a rete servito da Dorato. Al 76' la Palmese avrebbe l'occasione per passare in vantaggio, ma Crucitti sbaglia un calcio di rigore. Il secondo tempo termina senza emozioni: i campani salgono a 39 punti, i calabresi a 27.

Sancataldese-Castrovillari 2-1
La Sancataldese conquista tre punti importanti in chiave salvezza contro il Castrovillari. I siciliani ottengono la vittoria al 90' grazie a un eurogol di Bruno, che con un delizioso pallonetto non lascia scampo all'estremo difensore avversario. Nel primo tempo, la formazione allenata da Marcenò si porta in vantaggio 32' con Carioto, ma si fa recuperare da Ragosta al 43'. Entrambe le squadre terminano la contesa in dieci uomini, a causa delle espulsioni di Desi e Krasniqi. I padroni di casa salgono a quota 26 lasciando i calabresi a 13 punti.

 

Redazione Datasport
loSpettacolo.it - la tua guida tv
Segnalazioni e Consigli

Scrivi alla redazione

di Datasport