> calcio > serie d

Venerdì, 2 Giugno 2017 - 19:02

Serie D, poule scudetto: date e programma

Il logo della Lega Nazionale Dilettanti -

Tutto sulla fase postseason che assegnerà il titolo di Campione d'Italia Dilettanti: si parte il 13 maggio




Sono stati pubblicati i regolamenti relativi alla Poule Scudetto, la fase post season che assegnerà il Titolo di Campione d’Italia Dilettanti. In gara tutte le nove classificate al primo posto in ciascun girone: di seguito tutti i dettagli.

- Le Società classificate al primo posto in ciascuno dei singoli gironi verranno suddivise in tre triangolari composti rispettivamente dalle vincenti dei gironi A, B e C; dalle vincenti dei gironi D, E ed F; dalle vincenti dei gironi G, H ed I.

- Le squadre dei singoli raggruppamenti si incontreranno in gare di sola andata secondo la consueta formula prevista per lo svolgimento dei triangolari: la squadra che riposerà nella prima giornata verrà determinata per sorteggio così come la squadra che disputerà la prima gara in trasferta; riposerà nella seconda giornata la squadra che avrà vinto la prima gara o, in caso di pareggio, quella che avrà disputato la prima gara in trasferta; nella terza giornata si svolgerà la gara fra le due squadre che non si sono incontrate in precedenza.

- Nel caso in cui due o tutte e tre le squadre concludessero il proprio triangolare a parità di punteggio, per determinare la squadra vincente si terrà conto, nell’ordine: della migliore differenza reti nei triangolari; del maggior numero di reti segnate nei triangolari; del maggior numero di reti segnate in trasferta nei triangolari; della migliore posizione nella classifica della Coppa Disciplina del Campionato di Serie D; del sorteggio.

Semifinali e finale saranno disputate a Monte San Giusto e a Fermo: in caso di parità di punteggio al termine dei novanta minuti si procederà alla esecuzione dei calci di rigore (niente tempi supplementari).


Final four


2 giugno - finale (Stadio Bruno Recchioni)

Monza-Ravenna 2-1
Il Monza rispetta i favori del pronostico e batte il Ravenna nell'atto finale della Poule Scudetto, aggiudicandosi così il titolo di Campione d'Italia di Serie D. A passare in vantaggio, però, è la squadra romagnola al 30' con Selleri su rigore, procurato da Alborghetti per fallo di Origlio. In avvio di ripresa un gioiello di D'Errico e la rete di Gasparri sul pregevole assist di Guidetti ribaltano la situazione nel giro di 14'. Il Monza timbra, in totale, tre traverse e non soffre praticamente mai nonostante le folate offensive del Ravenna. Dopo il triplice fischio di Miele, scatta la festa brianzola tra giocatori e tifosi.

31 maggio - semifinali

Sicula Leonzio-Monza 0-1 (Stadio Comunale - Monte San Giusto)
Un gol di Perini ad inizio ripresa regala la finale di Poule Scudetto al Monza e, al contrario, interrompe i sogni di gloria della Sicula Leonzio. La squadra di Zaffaroni domina il primo tempo, colpisce un palo ed una traversa ma non riesce a sbloccare l'incontro. Al 52' arriva il gol-vittoria di Perini sugli sviluppi di un corner calciato da D'Errico che spezza l'equilibrio. La Sicula Leonzio prova a recuperare ma è il Monza a rendersi più pericoloso nel finale, legittimando di fatto la vittoria. I biancorossi sfideranno in finale il Ravenna.

Bisceglie-Ravenna 2-2 (8-9 dcr) (Stadio Bruno Recchioni - Fermo)
Il Ravenna è la seconda finalista della Poule Scudetto di Serie D. La società romagnola supera in semifinale il Bisceglie al termine di una partita dagli infiniti colpi di scena: Lattanzio porta avanti i nerazzurri al 23' sull'assist al bacio di Montinaro ma Broso in avvio di ripresa firma la parità per il Ravenna. Raucci al 73' regala il vantaggio al Bisceglie ma Forte, al terzo minuto di recupero, risolve una mischia in area biscegliese e porta la sfida ai rigori. Il tredicesimo tiro dal dischetto è fatale per la squadra di Ragno perché Risolo si lascia ipnotizzare da Venturi. È poi lo stesso numero 1 del Ravenna a siglare il rigore decisivo che regala la finalissima ai romagnoli contro il Monza, prevista per venerdì pomeriggio alle 17 allo stadio Recchioni di Fermo.


Prima giornata

13 maggio: Fermana-Ravenna 0-1
Se la aggiudica il Ravenna la prima sfida della poule scudetto battendo 1-0 in trasferta la Fermana. Partita non esaltante, con pochi spunti e gioco spesso interrotto per i continui falli a metà campo. E’ evidente che nessuna delle due big vuole sfigurare e alla fine a risentirne è lo spettacolo. Dopo un primo tempo davvero anonimo la ripresa si accende leggermente, ma solo sul piano dei ritmi perché le azioni offensive restano pochissime. Decide il match la rete di Broso all’82’ che regala dunque i primi tre punti al già promosso Ravenna, ora più che mai lanciato anche in ottica scudetto.

14 maggio: Mestre-Cuneo 2-1
Comincia come meglio non potrebbe la Poule Scudetto del Mestre, padrone in campo e vincente per 2-1 al termine della sfida contro uno spento Cuneo. Papa, autore del gol che è valso la promozione ai piemontesi, segna ancora e regala l'immeritato vantaggio agli ospiti, subito pareggiato, però, dallo scatenato Sottovia. Nel finale entra Bussi e decide la sfida in favore degli Orange, che conquistano così i tre punti.

14 maggio: Arzachena-Bisceglie 0-2
Il Bisceglie sconfigge l'Arzachena per 2-0 al Pirina e fa un passo avanti alla conquista dello scudetto. Nel primo tempo le due squadre sembrano non volersi sbilanciare e creano poche situazioni pericolose. Accade tutto nella ripresa: al 49' Montaldi segna il primo gol dopo una splendida azione personale. Al 62' Petta raddoppia per i neroazzurri stellati con un colpo di testa che non lascia scampo a Ruzittu. Risultato finale 0-2 per i ragazzi di mister Ragno.


Seconda giornata

20 maggio: Cuneo-Monza 0-2
Nel secondo match valido per il Girone 1 della Poule Scudetto, il Monza vince 2-0 contro il Cuneo ed elimina i piemontesi dalla corsa verso le semifinali. Gli uomini di Zaffaroni premono sin dall'inizio, sbloccano il match all'11' con un colpo di testa di Barzotti e raddoppiano poco dopo la mezz'ora con Palazzo. Nella ripresa, il Cuneo prova a riaprire il match ma Battaiola e la difesa del Monza reggono l'urto fino alla fine. Il Monza vince 2-0 e aggancia il Mestre (prossimo avversario dei brianzoli) in testa al girone con 3 punti. Finisce, invece, la corsa del Cuneo, mestamente ultimo con 0 punti in due partite.

21 maggio: Gavorrano Fermana 2-3
Partita scoppiettante tra Gavorrano e Fermana, valida per il secondo gruppetto di questa Poule Scudetto. La doppietta di D'Angelo e il gol di Cremona regalano un fantastico tris agli ospiti, mentre il Gavorrano esce sconfitto nonostante le reti di Marianeschi e Brega.

21 maggio: Sicula Leonzio-Arzachena 2-0
Una Sicula Leonzio sublime piega la resistenza dell'Arzachena e pone il primo timbro sulla poule scudetto. I siciliani superano 2-0 gli ospiti in virtù dei gol messi a segno da Savanarola (al 14') e Sibilli (al 55'): ennesima giornata storta per i sardi, che dopo aver perso contro il Bisceglie rimediano il secondo ko di fila con il medesimo punteggio. Le loro speranze di titolo evaporano definitivamente.


Terza giornata

24 maggio: Monza-Mestre 3-1
Il Monza vince 3-1 contro il Mestre e strappa il pass per la semifinale. I brianzoli vanno sotto al 33' con Sottovia ma pareggiano due minuti dopo con Barzotti. Lo stesso attaccante italo-dominicano raddoppia al 59'. Nei minuti di recupero la terza rete di Ferrario che chiude i conti. Menzione a parte per Battaiola, vero MVP della partita: il portiere del Monza para due rigori a Beccaro e permette alla sua squadra di approdare al turno successivo, sbarrando invece la strada ai sogni di gloria del Mestre.

24 maggio: Ravenna-Gavorrano 1-1
Il gol di Broso ad otto minuti dalla fine cancella le paure e permette al Ravenna di staccare il biglietto per le semifinali di Poule Scudetto. Il Gavorrano parte subito forte e alla mezz'ora sblocca il match a suo favore con la rete di Rubechini. Il Ravenna preme ma non trova varchi, nonostante l'espulsione di Marianeschi che riduce in dieci gli ospiti nell'ultima mezz'ora. All'82' arriva però la rete di Broso che regala il punto necessario al Ravenna per il passaggio del turno: la formazione di Antonioli chiude infatti a 4 punti, uno in più della Fermana.

24 maggio: Bisceglie-Sicula Leonzio 1-1
Il pareggio del Ventura tra Bisceglie e Sicula Leonzio garantisce il passaggio del turno alle due formazioni che si contenderanno lo Scudetto insieme a Monza e Ravenna. Parte meglio la formazione di Cozza che sblocca l'incontro al 20' con Savanarola, il quale è bravo a sfruttare l'assist di Sibilli per battere Testa per l'1-0 Sicula. In avvio di ripresa arriva il pareggio del Bisceglie con il colpo di testa vincente di Partipilo. Il risultato non si schioda più ed il triplice fischio finale dell'arbitro fa scattare la gioia combinata di Bisceglie e Sicula Leonzio.

 

Redazione Datasport
loSpettacolo.it - la tua guida tv
Segnalazioni e Consigli

Scrivi alla redazione

di Datasport