> calcio > serie b

Giovedì, 18 Maggio 2017 - 10:29

Serie B: ultima giornata, tutte le combinazioni

Giampaolo Pazzini - Foto www.imagephotoagency.it

Il Verona vuole la promozione in A, i playoff sono sempre a rischio, il Vicenza ad un passo dalla Lega Pro




Questa sera alle 20.30 va in scena l'epilogo del campionato di serie B 2016-17, l'ultima giornata di un massacrante torneo. Sarà una notte di verdetti perchè, a parte la Spal già in serie A e Pisa e Latina retrocesse in Lega Pro, tutto è ancora aperto e addirittura non c'è certezza che si disputino playoff e playout: i riflettori saranno puntati su Cesena dove il Verona andrà a caccia del punto che serve per festeggiare la promozione.
 
E' molto difficile che i playoff non si giochino anche perchè devono verificarsi contemporaneamente queste condizioni: che il Frosinone, attualmente terzo a +8 sulla quarta, batta la Pro Vercelli e che il Cittadella non batta l'Entella, che il Perugia non batta la Salernitana e che il Benevento non batta il Pisa. In caso di vittoria del Frosinone ma di sconfitta del Verona a Cesena, al Cittadella basterebbe il pareggio per far disputare i playoff: devono esserci 9 o meno punti tra la terza e la quarta per dare il via libera al tabellone promozione.
 
Ammesso che si giochi, alla post season ci andranno certamente una tra Verona e Frosinone, più Cittadella, Perugia, Benevento; per far sì che ci siano gli altri due posti, serve che il distacco tra la terza e la settima sia di meno di 15 punti (attualmente sono 12 tra Frosinone e Carpi). Per questi ultimi due posti Carpi e Spezia sono favorite (può bastare anche un pari) ma Novara e Salernitana non mollano, anche perchè il Carpi avrà lo scontro diretto con i piemontesi al Cabassi mentre i liguri giocheranno al Menti col Vicenza, obbligato a vincere per provare a salvarsi.
 
A proposito di salvezza, va premesso che i playout non sono certi visto che servono 5 o più punti di distacco tra quart'ultima e quint'ultima (al momento sono 2). Il Vicenza ha poche speranze visto che è sì a -3 dal Trapani e con gli scontri diretti pari, ma il -9 nella differenza reti obbliga i veneti ad un successo larghissimo con lo Spezia e a sperare che i siciliani perdano molto male a Brescia. Per evitare i playout serve contemporaneamente che il Trapani perde a Brescia, che la Ternana vince ad Ascoli e che l'Avellino batte il Latina: con queste combinazioni il Trapani sarebbe la quarta e ultima retrocessa in Lega Pro. La gara da tenere d'occhio sarà ovviamente quella del Rigamonti tra Brescia e Trapani: con un successo le Rondinelle sono salve, altrimenti bisognerà guardare agli altri campi.
Redazione Datasport
loSpettacolo.it - la tua guida tv
Segnalazioni e Consigli

Scrivi alla redazione

di Datasport