> calcio > serie a > bologna

Mercoledì, 21 Settembre 2016 - 21:05

Serie A: Bologna-Sampdoria 2-0, le pagelle

Ladislao Krejci, attaccante Bologna - Foto www.imagephotoagency.it

Grande prestazione di Krejci, il migliore con Verdi; Muriel parte bene poi spegne, Quagliarella non la vede mai



Le pagelle di Bologna-Sampdoria, terminata 2-0.

BOLOGNA

Da Costa 6 Impegnato soltanto in avvio, quando è chiamato in causa risponde presente.
Masina 6 Buon inizio, poi tende a spegnersi, fino alla sostituzione. Prestazione comunque positiva, senza grossi errori.
Morleo 6 Dentro per far rifiatare Masina: qualche fallo di troppo ma ci siamo.
Gastaldello 6.5 Ottima prova del capitano felsineo: chiusure, ripartenze e tanta sicurezza.
Maietta 6 Attento e concentrato, si esibisce in un paio di anticipi importanti. Muriel non è il miglior cliente ma riesce a tenerlo a bada.
Torosidis 6 A volte è timido sulla fascia, quando trova il coraggio sa come si fa.
Nagy 6 Poco appariscente ma corre per tre: quando Donadoni lo toglie non ne ha davvrero più.
Dzemaili 6 Tanto lavoro in mediana, come sempre: trova anche lo spazio per andare a concludere a rete e per poco non è lui a sbloccare il match.
Pulgar s.v. Dentro nel finale, ci prova di testa.
Di Francesco s.v. Entra e sembra voler spaccare il mondo: peccato per l'entrata ingenua che gli costa il rosso. Esperienza acquisita.
Krejci 7.5 Il migliore in campo: trova due assist splendidi ed è sempre nel vivo del gioco. Prova anche a mettere il suo nome nel tabellino dei marcatori, senza fortuna. Piacevole sorpresa.
Taider 6.5 Lavoro oscuro per lui, gara in apnea per quanto è concentrato: prende fiato nel finale, addirittura sfiorando il gol con un'azione personale.
Verdi 7.5 Parte a razzo, si spegne e si riaccende con una magia incredibile che illumina il Dall'Ara: da lì in poi sono rose e fiori. Giocatore rinato.
Destro 7 Timbra il cartellino con una zampata da rapace quale è.

All. Donadoni 7 Cambiano gli interpreti ma non il risultato: il suo Bologna sembra già aver trovato la quadratura del cerchio. Ora serve iniziare a fare punti anche lontano dal Dall'Ara.

SAMPDORIA

Viviano 6 Regge finché può, dimostrando l'ottimo stato di forma: il gol di Verdi è un lampo, quello di Destro una conclusione ravvicinata. Incolpevole.
Silvestre 5.5 Il passo di Destro lo mette in difficoltà e balla in più occasioni.
Pedro Pereira 5.5 Soffre per tutto l'incontro. Gara difficile per lui.
Skriniar 6 E' l'ultimo a mollare e sicuramente fra i più pericolosi in fase offensiva. Ci mette una pezza quando riesce.
Regini 6 Ottimo avvio, propositivo e preciso: poi si spegne alla distanza, come tutta la Sampdoria.
Praet 6 Guadagna la sufficenza per il grande impegno profuso, nonostante a conti fatti non combini granché.
Barreto 5 Non gioca una brutta gara però quel rosso (forse un po' esagerato) è il macigno che scrive la parola fine per le speranze blucerchiate.
Linetty 6 Con Skriniar è l'unico a dare un apporto costruttivo all'incontro.
Cigarini 5.5 Entra quando ormai la gara è già compromessa, però non riesce a dare il suo contributo.
Torreira 5 Passo indietro rispetto alle prime uscite: gira a vuoto senza trovare il suo raggio d'azione.
Bruno Fernandes 6.5 Entra con un buon piglio, cogliendo una bellissima (e sfortunata) traversa nel finale.
Quagliarella 5 Non la vede mai: non arriva su una palla vagante, poi non fa molto per essere ricordato.
Muriel 5.5 Grande avvio, sfiora il gol poi il blackout. Gli manca lo step successivo, ossia quello di diventare trascinatore del match.
Schick 5.5 Non pervenuto. Cambio sprecato.

All. Giampaolo 5.5 La Samp non ha mai segnato nei secondi tempi: qualche dubbio inizia a venire. La squadra parte bene poi si affloscia alla distanza.

Redazione Datasport
loSpettacolo.it - la tua guida tv
Segnalazioni e Consigli

Scrivi alla redazione

di Datasport