> calcio > champions league

Martedì, 18 Ottobre 2016 - 22:57

Champions: Buffon-Cuadrado, la Juventus sbanca Lione

Gianluigi Buffon - Foto www.imagephotoagency.it

Il portiere para un rigore e fa altri due miracoli, poi Lemina si fa cacciare ma il colombiano firma un gran gol: finisce 1-0, bianconeri in vetta



Con i miracoli di Buffon e una prodezza di Cuadrado la Juventus sbanca Lione nella terza giornata di Champions League e fa un passo importante per la qualificazione. Gara complicata per i bianconeri, ma il portiere para un rigore a Lacazette nel primo tempo, poi compie due autentici miracoli su Fekir e Tolisso nella ripresa. Secondo tempo giocato in dieci dal 54’ per l’espulsione di Lemina a causa di un doppio giallo, ma un gran gol del gioiello colombiano al 76' vale la vittoria: al Parc OL finisce 1-0, la Vecchia Signora resta prima nel girone H, a braccetto col Siviglia ma in testa per migliore differenza reti.

Partenza decisa dei bianconeri, al 4’ Higuain ci prova da fuori area ma il tiro è alto. Grande chance per Bonucci all’8’, ma il suo tiro centra Khedira a pochi passi dalla porta. Il Lione si fa vivo in area bianconera al 14’: punizione di Fekir e colpo di testa a lato di Diakhaby. Al 24’ Alex Sandro libera Higuain in area: diagonale immediato che Lopes devia in fallo laterale. Al minuto 34, possibile svolta del match: ingenua trattenuta di Bonucci a Diakhaby in area, e calcio di rigore decretato da Marciniak. Buffon però è super e respinge il tiro di Lacazette. La Juve reagisce: al 43’ grande incornata di Higuain che Lopes respinge con difficoltà. Finale di frazione convulso: Bonucci è prima strattonato in area lionese da Diakhaby, ma non è premiato dal direttore di gara che fa proseguire; poi ha una buona opportunità di testa, servito da Dani Alves ma mette di poco a lato.

Nella ripresa partono meglio i padroni di casa, al 50’ il Lione è vicinissimo al vantaggio con Fekir ma Buffon è strepitoso: seppur già a terra, riesce comunque a deviare la palla oltre la traversa. Al 54’ Lemina stende proprio Fekir a centrocampo: secondo giallo e bianconeri in dieci. Decisione corretta, ma Marciniak non è altrettanto attento su una manata di Darder (solo ammonito) a Pjanic al 51’ e un fallo di Nkoulou su Higuain lanciato a rete al 58’ (nemmeno punizione).  La Juve soffre, vacilla al 71’ ma Buffon è insuperabile sul colpo di testa ravvicinato di Tolisso. Cinque minuti dopo, il gol partita: Cuadrado, subentrato a Dybala, se ne va sulla destra, disorienta il proprio marcatore e invece di crossare, sorprende Lopes con un violento diagonale. Al 76’ è 1-0 Juve. Il Lione non ci sta, si getta all’attacco, ma sbatte ancora contro il muro Buffon, che respinge un tiro da fuori area di Gonalons all’86’. Ultimo brivido nel recupero, ma il diagonale di Ghezzal sfila sul fondo, e i bianconeri festeggiano.

Prossimo appuntamento europeo per i bianconeri il 2 novembre, ritorno allo Juventus Stadium contro il Lione

Vittorio Felugo
loSpettacolo.it - la tua guida tv
Segnalazioni e Consigli

Scrivi alla redazione

di Datasport