01:49 - Venerdì, 25 Aprile 2014


ore 19:50 - Giovedì, 17 Aprile 2014


Serie D: risultati e classifiche in diretta. Live

Segui in temporeale su Datasport tutte le gare dei nove gironi A, B, C, D, E, F, G, H e I

Il logo della Serie D 2013-2014 -
Il logo della Serie D 2013-2014 -

Promozioni, retrocessioni, playoff e playout: tutti i verdetti in temporeale

Segui tutte le gare di Serie D girone per girone in diretta

Per segnalare gol, marcatori e altre informazioni scrivi un messaggio via WhatsApp al 366.5709120

Girone A - Capitombolo casalingo della Giana Erminio, che perde per 0-1 tra le mura amiche contro la Pro Dronero. La capolista rimane a quota 70 punti, comunque a +5 sulle dirette inseguitrici, dato che il calendario a tre giornate dal termine ha visto disputare RapalloBogliasco-Borgosesia, la sfida tra la seconda e la terza forza del campionato. I liguri si sono imposti per 1-0 grazie ad un gol su rigore del bomber Franca e hanno raggiunto gli avversari a quota 65: alla Giana, dunque, mancano solamente due punti in due gare per la promozione diretta in Lega Pro. Dietro è lotta aperta per l'ultimo posto nei playoff, che vede, oltre a Borgosesia e RapalloBogliasco, la Caronnese (2-0 al Derthona) a quota 59, a +2 sulla coppia Lavagnese (fermata sull'1-1 in casa della Novese) e Chieri (vittorioso per 2-1 sul campo dell'Albese).

Girone B - La Pro Piacenza vince aritmeticamente il campionato ed è promosso in Lega Pro per la prima volta nella sua storia. E' una grande festa quella che si celebra in casa dei dominatori del Girone B, che, a due giornate dal termine, conquistano la promozione battendo per 2-0 la Sambonifacese grazie alle reti di Franchi su calcio di rigore e di Cazzamalli nella ripresa. I rossoneri balzano così a quota 65 punti, ben 10 in più dell'Inveruno, fermato sul 2-2 in casa del Seregno: gli ospiti rimontano il vantaggio di Marzeglia, ma poi subiscono il ritorno dei padroni di casa nel finale. Ne approfitta quindi il Piacenza, che espugna il campo della Pro Sesto per 2-0 e mette in difficoltà la squadra lombarda, ora a -4 dalle ultime posizioni utili per i playoff, occupate da Seregno e Olginatese (vittoriosa per 3-1 in casa dell'Aurora Seriate).

Girone C - Prosegue il testa a testa in vetta al girone C tra Pordenone e Marano. Nelle partite del pomeriggio vincono entrambe le compagini: i friulani passano per due reti a uno in casa della Fersina Perginese, grazie alle reti di Buratto e Mateos. I bianconeri invece tengono testa passando per 1-3 in casa della Sanvitese al termine di un match combattuto, che però consegna al girone C una vetta a due con 79 punti per entrambe le squadre.

Girone D - Arriva il sorpasso a due giornate dalle fine. La Correggese in casa non sbaglia e sconfigge per 2-0 il Mezzolara, settimo in classifica grazie alle reti di Selvatico e Paganelli, mentre la Lucchese non va oltre il pari in trasferta (0-0) nel big match contro la terza foza della classe, la Massese. In questo momento a due giornate dalla fine, gli emiliani sono a quota 78, mentre i toscani ora sono fermi a 76.

Girone E - Dopo la Narnese, anche il Pontevecchio retrocede matematicamente in Eccellenza. Fatale è la sconfitta esterna maturata sul campo del Deruta: finisce 2-0 il match, condannando la formazione toscana al penultimo posto. La sua corsa in Serie D finisce con due giornate di anticipo. Sconfitta anche per la Narnese, battuta in casa dalla Pianese. Nel giro dei giochi già fatti, entra anche la Pistoiese: 2-2 interno che fa il gioco della Flaminia.

Girone F - Ed ecco la sorpresa: Isernia-Ancona finisce 2-1 per i padroni di casa, che salgono a quota 27 punti in classifica, a -11 dall'Amiternina e dall'Olimpia Agnonese, tredicesime. Se il campionato finisse ora sarebbe retrocessione diretta per l'Isernia, ma questi tre punti riaprono il discorso playout: basta rosicchiarne un altro nelle prossime due partite per la post season salvezza. L'Ancona subisce la seconda sconfitta in campionato, proprio quattro giorni dopo aver centrato la promozione matematica in Lega Pro.

Girone G - Latte Dolce… amaro per il Terracina, che pareggia 2-2 in casa contro la formazione sassarese e vede scappare a +3 la Lupa Roma, corsara a Genzano grazie alla rete segnata dall’esperto Tajarol a 10 minuti dalla fine. Segue a ruota il San Cesareo, che non teme il Budoni “ammazzagrandi” e lo liquida con un 3-0 maturato nella parte centrale della ripresa. Lo 0-1 patito dal Cynthia contro la Lupa è decisivo non solo per la corsa al primato ma anche a quella per i playoff: l’Olbia infatti s’impone per 3-2 sul campo della Santa Maria Mole Marino e ipoteca la qualificazione, mentre la compagine genzanese si deve guardare dall’impetuoso ritorno del Fondi (5-0 di ordinaria amministrazione a Portotorres) ora a -3.

Girone H - Il Taranto riposa e tifa per il Real Metapontino, impegnato sul campo dei corregionali del Matera: nonostante l’ottima prestazione fornita dalla quartultima forza del campionato, all’ultima chiamata per evitare i playout, i padroni di casa s’impongono per 1-0 agganciando i pugliesi in vetta; ad oggi sarebbe spareggio per la promozione diretta. Rallentano le inseguitrici Marcianise e Turris, che impattano rispettivamente a Monopoli (1-1: esordio agrodolce per l’ex tecnico della juniores monopolitana Cocco, promosso a tecnico della prima squadra dopo le dimissioni di De Luca) e San Severo (0-0: corallini tesi dopo la violenta aggressione subita da 4 pseudo-tifosi in settimana, giallo granata a +2 sui playout). Irrompe in zona playoff il Brindisi, corsaro nell’importante scontro salvezza contro il Francavilla col punteggio di 2-1: decisiva la doppietta di bomber Gambino, che condanna gli uomini di Lazic al quinto ko consecutivo.

Girone I - Il Savoia come la Juve. Diverse sono le analogie tra gli uomini di Feola e quelli di Conte: un torneo dominato vincendo tutte le partite casalinghe, un’inseguitrice formidabile che arriverebbe prima in molti altri campionati (l’Akragas come la Roma) e ripetute insinuazioni da parte degli avversari di ricevere favori arbitrali. Chiacchiere a parte, il team di Torre Annunziata è matematicamente in Lega Pro con due giornate d’anticipo, a 13 anni di distanza da quella stagione 2000-2001 disputata su buoni livelli in Serie C/1 ma conclusa con l’estromissione dal professionismo per irregolarità finanziarie: finalmente al Giraud si può festeggiare il ritorno al calcio che conta!

Serie D Girone A: segui in temporeale risultati, marcatori e classifiche

Serie D Girone B: segui in temporeale risultati, marcatori e classifiche

Serie D Girone C: segui in temporeale risultati, marcatori e classifiche

Serie D Girone D: segui in temporeale risultati, marcatori e classifiche


Serie D Girone E: segui in temporeale risultati, marcatori e classifiche

Serie D Girone F: segui in temporeale risultati, marcatori e classifiche


Serie D Girone G: segui in temporeale risultati, marcatori e classifiche


Serie D Girone H: segui in temporeale risultati, marcatori e classifiche

Serie D Girone I: segui in temporeale risultati, marcatori e classifiche

Redazione Datasport


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Serie A
Risultati e classifica: 34a Giornata
Lo sport in TV
segnalazioni e consigli

Il protagonista sei tu: inserisci i risultati su Datasport
 X