ore 18:10 - Sabato, 14 Gennaio 2012


Serie B: doppio Bari, il Varese si arrende

I pugliesi vincono 2-0 allo stadio Ossola: decidono le reti di Caputo e Stoian

Al Franco Ossola il Bari batte il Varese per 2-0. Apre Caputo all'8' e chiude Stoian al 77', in mezzo solo tanta ma inutile buona volontà per i padroni di casa. Nel Varese sono indisponibili Martinetti, Carrieri, Cazzola, Ferreira, Furlan, Gomes, Lazaar, Troest e Moreau. Il tecnico Maran si affida al 4-4-2 con Neto Pereira e Cellini coppia d'attacco. Nel Bari invece non sono della gara Dos Santos, Kutuzov, Rivaldo, Albadoro, Kopunek e Rivas oltre allo squalificato Polenta. I pugliesi si schierano con il 4-3-3 caratterizzato dal tridente Stoian-Caputo-Forestieri.

Gara accesa e combattuta nella prima frazione, quando il Bari riesce a passare in vantaggio già all'8' grazie a Caputo, abile nello sfruttare un'indecisione difensiva degli avversari e battere Bressan con con un preciso diagonale sinistro all'angolino. Il Varese tenta la reazione ma di fronte trova la sempre attenta retroguardia pugliese capace di difendersi con i denti riuscendo così a chiudere il primo tempo sul favorevole risultato di 1-0.

Nel secondo tempo i lombardi stringono letteralmente d'assedio il Bari che si limita a difendersi e riproporsi in avanti solo con sporadiche ripartenze in contropiede. Proprio così nasce il raddoppio dei pugliesi che al 77' piega le gambe ai padroni di casa: Bressan respinge corto una violenta conclusione di Donati ma sulla palla si avventa Stoian che corregge in rete. Inutile la sfuriata del Varese che non riesce più a raddrizzare il match e, nonostante la prova di carattere, deve cedere il passo ad un Bari sicuramente più cinico e concreto nello sfruttare al meglio le proprie occasioni. S'interrompe così la striscia positiva dei lombardi che ristagnano a quota 31 in attesa della prossima trasferta a Crotone. Sono invece 29 i punti ora all'attivo per i vittoriosi galletti in vista della gara con il Modena. 

Mariano Piro

Ricerca per tag
serie b varese bari

© RIPRODUZIONE RISERVATA