ore 20:33 - Sabato, 3 Marzo 2012


Cina e Giappone, nuove frontiere del calcio

Calciatori e tecnici guardano a Oriente: Reginaldo pronto a firmare per lo Jef United, Lippi tentato dal Guangzhou Evergrande

Prima Zaccheroni e Anelka, ora Reginaldo, in futuro forse Marcello Lippi. Cina e Giappone sono la nuova frontiera del calcio mondiale: dopo Stati Uniti, Emirati Arabi e Russia, calciatori e tecnici del calcio europeo guardano con interesse sempre maggiore anche a Oriente. Merito degli ingaggi faraonici che i club dei due paesi sono disposti ad offrire: una pioggia di milioni a cui è difficile resistere. Lo Shanghai Shenhua ha "convinto" Anelka a lasciare la Premier League con un biennale da 10,6 milioni di euro a stagione, Reginaldo è pronto a salutare Siena e la serie A per trasferirsi allo Jef United, club della serie b giapponese.

Il prossimo a cedere alle lusinghe del calcio cinese potrebbe essere Marcello Lippi, ct della nazionale italiana campione del mondo nel 2006. L'ex tecnico della Juve sarebbe stato contattato dal Guangzhou Evergrande, club di Canton vincitore dell'ultimo titolo, che avrebbe proposto a Lippi un contratto da dieci milioni di euro a stagione. Nonostante le smentite del diretto interessato, la trattativa potrebbe concludersi a breve. L'ex ct seguirebbe così le orme di Alberto Zaccheroni, dal 2010 ct del Giappone, con cui ha trionfato nella Coppa d'Asia 2011. Nel paese del Sol Levante il tecnico romagnolo ha trovato la sua America.

Redazione Datasport

Ricerca per tag
cina giappone lippi reginaldo

© RIPRODUZIONE RISERVATA