Basket, Serie A: Brescia piega Bologna all’ultimo respiro e resta in vetta

Pubblicato il 12 novembre 2017 alle 23:03:36
Categoria: Notizie Basket
Autore: Luca Servadei

La striscia di Brescia non si ferma più: sono sette le vittorie consecutive per la Leonessa. La squadra di coach Diana supera 74-76 la Virtus Bologna alla Unipol Arena in un finale thrilling e si conferma in testa alla classifica di Serie A a punteggio pieno. Decisivo il canestro allo scadere di Luca Vitali. Successo importante anche per la Fiat Torino di coach Luca Banchi, che supera Cremona 88-80 ed aggancia Milano e Venezia al secondo posto.
 
Le vittorie di Milano e Venezia obbligano la Germani Brescia di coach Diana a conquistare i 2 punti per provare a restare in vetta alla classifica di Serie A. Per poterlo fare, la Leonessa deve superare la Virtus Bologna alla Unipol Arena nel big match della settima giornata. Partono subito forte i padroni di casa che cercano il primo mini allungo con Gentile e Lafayette. L'attacco della Germani, però, scalda presto il proprio motore e, con i canestri di Landry e Michele Vitali, la capolista chiude la prima frazione sul 16-22. L'equilibrio sul parquet è totale: la Virtus fatica a trovare la via del canestro, ma è più precisa dall'arco dei 3 punti e, grazie ad un super parziale di 13-1 per aprire il terzo periodo, si porta per la prima volta in doppia cifra di vantaggio. Le Leonessa non resta a guardare ma, da grande squadra, trova la giusta reazione, risalendo fino al 74 pari a 8 secondi dall'ultima sirena. A scrivere la parola fine sul match è la magia di Luca Vitali che, con 2.8 secondi rimasti sul cronometro, infila il canestro della staffa: 74-76 il punteggio finale alla Unipol Arena. Grazie a questo successo, Brescia si conferma in testa alla classifica di Serie A a punteggio pieno.
 
Nelle altre partite della settima giornata, la Sidigas Avellino piega la Openjobmetis Varese 65-61 nel lunch match. Dopo un buon inizio da parte dei lombardi, Avellino mette la freccia dopo l'intervallo senza più voltarsi indietro: decisivo il parziale di 20-11 nel terzo quarto. Per i Lupi irpini da segnalare l'ottima prova di Wells, che chiude a quota 16. A Varese, invece, non bastano i 15 di Damian Hollis. Continua a volare la Fiat Torino di Luca Banchi. I piemontesi colgono la loro sesta vittoria in campionato ed agganciano Milano e Venezia in seconda posizione: 88-80 il punteggio contro la Vanoli Cremona. Anche in questo caso, il break decisivo arriva all'uscita dagli spogliatoi, con l'Auxilium che chiude sul 32-17. Da incorniciare la prova di Trevor Mbakwe, che sfiora la doppia doppia con 21 punti e 9 rimbalzi. Il miglior marcatore del match è Kelvin Martin, che scrive 22 in 36 minuti.
 
Resta in fondo alla classifica, invece, l'Happy Casa Brindisi, che deve alzare bandiera bianca contro la VL Pesaro: 80-75 il punteggio finale. Partono a razzo gli uomini di Sandro Dell'Agnello, grazie ai canestri di Suggs e Lalanne, ma si spengono alla distanza, con i marchigiani che si portano avanti dopo l'intervallo. Sono 23 i punti di Dallas Moore, ai quali si aggiungono i 21 di Eric Mika. Quarto ko stagionale, infine, per il Banco di Sardegna Sassari, sconfitto 81-88 al PalaSerradimigni dalla Betaland Capo d'Orlando. Match che corre lungo i binari dell'equilibrio fino alle ultime battute, quando i siciliani piazzano l'allungo decisivo con i canestri di Justin Edwards (24 punti per lui). Sono sei gli uomini in doppia cifra per l'Orlandina, che chiude con uno straordinario 55% dall'arco dei 3 punti. Alla squadra di Pasquini, invece, non basta la super prova di Scott Bamforth: 26 punti, 9 rimbalzi e 8 assist per un eccellente 36 di valutazione.

Blue Finance Forbes